PIEDIMONTE MATESE. Nasce “Matese Vivo”, movimento politico che si rifà a “Italia Viva” di Matteo Renzi: la sfida dei moderati alla locale sezione Pd è lanciata.

Prossimi Comuni interessati dalla costituzione di un gruppo politico sono quelli di Alife e Gioia Sannitica. Referente per il momento è stato scelto Gianluca Sorrentino, già candidato alle elezioni provinciali con “L’Italia dei Valori” di Tonino Di Pietro.

Sono in tanti, ma destinati a crescere, i rappresentanti politici, attivisti, ex amministratori del territorio che hanno aderito all’iniziativa lanciata dall’ex premier Matteo Renzi che ha costituito il movimento “Italia Viva”, staccandosi di fatto dal Partito democratico e creando degli autonomi gruppi parlamentari tanto alla Camera dei Deputati che al Senato della Repubblica. Ora la sfida si riflette sui territori. E Piedimonte Matese, ma tutto l’Alto casertano, che sono stati sempre roccaforti di voti moderati tanto da essere definiti “territori bianchi” (in riferimento al simbolo della Democrazia Cristiana di un tempo, uno scudo crociato su sfondo bianco), accoglie l’appello e costituisce “Matese Viva”, immediata risposta alla costituzione del neo circolo del Pd che vede in Fernando Catarcio segretario, chiaro riferimento al consigliere regionale di Sessa Aurunca, Gennaro Oliviero. Dunque se Oliviero mette radici nel matesino, i moderati si creano una nuova casa e lo fanno chiamando a se tutti i rappresentanti dell’ala centrista del centro sinistra, ma non solo: quelli di un tempo, quelli di un recente passato ma anche giovani di prospettiva futura. Ed ecco allora il vice sindaco della città di Piedimonte Matese, Ivan Filetti, il consigliere di maggioranza David Raucci, Marcellino Pepe, figlio dell’ex sindaco ed ex presidente della Comunità Montana del Matese, Fabrizio, che dai giovani Pd ora entra nel gruppo vicino a Renzi; il redivivo Marcellino Iannotta, già consigliere, assessore e vice sindaco della cittadina capoluogo del Matese; ma anche i medici Maurizio Iuliano e Cesare Bologna, sempre vicini ai partiti centristi di un tempo (vedi Dc prima, quindi Partito Popolare poi e “La Margherita”); anche la preside del Liceo “Galilei”, Bernarda De Girolamo; diversi imprenditori, tra cui Francesco Testa; altro nome forte quello di Maurizio Costarella, marito dell’assessore regionale in carica al lavoro, Sonia Palmeri. Referente per il momento è stato scelto Gianluca Sorrentino, già candidato alle elezioni provinciali con “L’Italia dei Valori” di Tonino Di Pietro. Nell’immediato saranno organizzate delle riunioni con lo scopo di allargare le adesioni ed istituire un gruppo di riferimento in ogni Comune del matesino. E per questo che i fondatori invitano tutti i moderati ed i rappresentanti politici del territorio ad aderire all’iniziativa.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu