PIEDIMONTE MATESE. 450 quintali di gasolio di contrabbando per un valore di 600mila euro sequestrati dalla Finanza nel matesino.

Il gasolio era custodito in cisterne a cubo in plastica della capienza di 1.000 litri cadauna.

Oltre 450 quintali di gasolio di contrabbando per un valore complessivo pari a 600mila euro sono stati sequestrati dai militari della Guardia di Finanza di Caserta nel matesino. Ad essere denunciati sono stati, alla fine, i due autotrasportatori di origine ucraina che, a bordo di due distinti Tir, due autoarticolati con targa polacca, viaggiavano insieme per le strade dell’Alto-Casertano. Dai documenti esibiti dai conducenti sarebbe emerso un carico consisteva in olio lubrificante per uso industriale ma, dalle confuse e sospette dichiarazioni dei due, oltre che dall’odore sprigionato dal carico e dal colore, sembravano essere quelli del gasolio. Attraverso quindi l’apparecchiatura denominata “termodensimetro” in grado di fornire immediatamente la densità del prodotto, i finanzieri hanno rinvenuto che il liquido trasportato non si trattava di olio, bensì gasolio per autotrazione, per di più di contrabbando e quindi importato in totale evasione delle imposte.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu