PIEDIMONTE MATESE. Inizia l’era Civitillo: il giuramento del Sindaco, gli assessori, le deleghe, i capigruppo, il Presidente del Consiglio, le minoranze, le presunte incompatibilità. FOTO e VIDEO.

Leuci: “Oggi comincia un’altra pagina di storia per Piedimonte, dopo anni di difficoltà e di crisi: è imperdonabile agli occhi dei cittadini se questa pagina non venisse scritta nel migliore dei modi“.

E Consiglio Comunale del 16 ottobre 2021, il primo dell’era Civitillo, che inizia nel segno delle restrizioni, a cominciare dalla presenza in aula, consentita di sole 36 persone. Ingressi contingentati, dunque, e prima prova di forza della Polizia Municipale, magistralmente superata, i cui agenti hanno fatto accedere all’Assise in maniera scrupolosa solo i cittadini che si erano precedentemente prenotati, con mascherina al volto e temperatura presa prima di entrare. Dunque parola al Presidente del Consiglio, ed il primo è proprio il neo sindaco Vittorio Civitillo (nel giuramento indossa la fascia che gli è stata donata da un ex sindaco, Pasquale Musto) che apre le danze: “Siamo aperti ad ogni forma di collaborazione – ha esordito il primo cittadino – che vada anche al di là del consueto limite. Ringrazio tutti i candidati e di tutte le liste – prevedendo un “coinvolgimento massimo ammissibile” da parte loro. Sul primo punto, convalida degli eletti, Civitillo conferma che “sono sicuramente eleggibile e compatibile, ma questo tema semmai andava discusso dopo l’elezione“, facendo riferimento ad un ricorso in via amministrativa al Consiglio di Stato di natura urbanistica ma “non sono parte propria nella disputa con il Comune“, aggiungendo di aver rimesso le cariche per quanto riguarda l’Azienda Quercete e l’immobiliare proprietaria del Centro Commerciale, “un fatto più per trasparenza ed opportunità che per motivi giuridici”. Il primo ad intervenire è il consigliere Boggia della lista “Per Piedimonte”, che insiste sul punto: “La priorità non è nè il consenso nè la popolarità: noi rispettiamo le scelte democratiche dei piedimontesi, ma dobbiamo agire sulla trasparenza, e qui l’articolo 63 del Tuel parla chiaro; non può ricoprire cariche chi ha lite pendente con Comune, ed il sindaco è ancora legale rappresentante di una società, dunque permane l’interesse confligente personale, nei suoi riguardi l’interesse personale conclamato. Insomma, è ancora parte processuale del giudizio in questione – aggiunge il leader di “Per Piedimonte” – sussistono pertanto le ipotesi di incompatibilità dell’ingegner Civitillo con la carica di sindaco. Sono allora qui a chiedere di prenderci del tempo prima di esprimerci con nostro voto a garanzia dell’eletto sindaco per rimuovere ogni causa di incompatibilità. Anticipiamo il nostro voto contrario”. Nel mentre Civitillo conferma che non esiste alcuna causa di incompatibilità, cosa certificata dal Dipartimento Affari Interni del Ministero degli Interni, il consigliere Leuci, invece, nel prendere la parola, anticipa “voto di astensione in quanto non abbiamo elementi sufficienti per pronunciarci“. Alla fine il punto viene licenziato con 12 voti favorevoli, 4 astenuti ed uno contrario. Lavori che dunque proseguono con l’annuncio della Giunta esecutiva, le deleghe a tutti i consiglieri. Sull’argomento della nomina del Presidente del Consiglio, il primo cittadino fa sapere di una riunione informale dei capigruppo nel corso della quale si era espresso il nome della Palumbo del gruppo “Progetto Piedimonte” quale potenziale seconda carica dell’Assise. Ma “Il punto è di natura politica – si giustifica il capogruppo Leuci, non accettando di fatto la proposta. Voi avete il diritto ed il dovere di amministrare, e siamo certi che chiunque sceglierete sarà in grado di far rispettare le regole ed essere super partes; la collaborazione alla quale faceva riferimento si svolga nel rispetto dei ruoli, la nostra sarà un’opposizione seria e responsabile. Oggi comincia un’altra pagina di storia per Piedimonte, che riprende la città dopo anni di difficoltà e di crisi: è imperdonabile agli occhi dei cittadini se questa pagina non venisse scritta nel migliore dei modi“. Alla fine il Presidente del Consiglio votato sarà Fabio Civitillo.

TUTTE LE FOTO

VIDEO INTRODUZIONE

VIDEO INNO NAZIONALE

VIDEO GIURAMENTO DEL SINDACO

Stampa
Lascia un commento comment1 commento
  1. Ottobre 16, 23:12 Anonimo

    Sig. Sindaco. Mia figlia è andata al cinema di sua proprietà, il Cotton, e poi anche l ristorante, (sempre del Cotton) e non hanno chiesto il Green Pass….. Iniziamo bene…. E i controlli? Così non va bene. Non si scherza con la salute

    reply Reply this comment
mode_editLascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

menu
menu