PIEDIMONTE MATESE / ALIFE. Mauro Martino, Linda Stocchetti e Michela Visone: ecco i tre nomi scelti a rappresentare la Provincia di Caserta in Consiglio al Sannio Alifano. Ore caldissime: pronte le votazioni, mentre oggi salterà il Consiglio.

Capogruppo di maggioranza sarà indicato il consigliere Emilio Dl Giudice, sempre di Alife, che dovrebbe per quanto possibile “rasserenare” gli animi e portare chiarezza e trasparenza nella gestione dell’Ente di Viale della Libertà.

Mancavano all’appello (come al solito in gravissimo ritardo a distanza di due anni dalle votazioni) i tre nomi per rappresentare l’Ente Provincia di Caserta in seno al Consiglio delegati del Consorzio di Bonifica del Sannio Alifano. Dopo la indicazione dei tre delegati della provincia di Benevento, i tre della provincia di Avellino e la delegata della Regione Campania (Emerenziana Gianfrancesco), si attendeva solo la indicazione dei delegati casertani. L’ente provinciale guidato dal sindaco di Pignataro Maggiore, Giorgio Magliocca, ha deciso di puntare su Mauro Martino, attuale consigliere di maggioranza al Comune di Piedimonte Matese; Linfa Stocchetti, già primo cittadino a San Gregorio Matese e l’alifana Michela Visone, gia consigliere comunale ad Alife. Sono in dieci e si andranno a sommare ai 25 eletti democraticamente dagli utenti – proprietari terrieri che hanno diritto di voto e che hanno portato, circa due anni fa, alla vittoria della compagine “Terra ed Acqua”. Dopo quelle votazioni vennero indicati dei componenti nella deputazione amministrativa ed un presidente pro-tempore a guidarla, tale Alfonso Santagata di Alife. La indicazione di questo nome avvenne solo ed esclusivamente perchè, così come recita lo Statuto, è temporaneamente nominato presidente, in attesa di votazioni democratiche, il consigliere eletto che ottiene più preferenze nella fascia più rappresentativa (nello specifico è stato il consigliere Santagata nella fascia numero 2). Capogruppo di maggioranza sarà indicato il consigliere Emilio Dl Giudice (nella foto), sempre di Alife, che dovrebbe per quanto possibile “rasserenare” gli animi e portare chiarezza e trasparenza nella gestione dell’Ente di Viale della Libertà. Ma tutto è allo stato attuale e pochi spiragli di chiarezza si intravedono nell’immediato: già oggi, difatti, il previsto Consiglio è in procinto di saltare. Componente sempre della compagine di maggioranza “Terra e Acqua” è la fascia tricolore di Alvignano, Angelo Marcucci, favorevole alla indicazione di Del Giudice quale capogruppo. Ma cosa cova sotto la cenere nella indicazione di una nuova maggioranza e di un nuovo presidente?

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu