PIEDIMONTE MATESE / ALIFE. Tentata occupazione della ex casa Canonica: il Parroco di Ave Gratia Plena, don Emilio Salvatore, denuncia un’anziana donna.

Il Prelato di Alife ha fatto sapere che solo in un secondo momento si è riusciti a convincere la donna ad abbandonare l’edificio.

Tentata occupazione della ex casa Canonica, la Comunità di Ave Gratia Plena fa sapere che: “Nel primo pomeriggio di oggi, 8 agosto 2018 un’anziana signora, coadiuvata da altre due persone, ha forzato il portone principale della Ex Casa Canonica (i cui vani sono adibiti ad Ufficio parrocchiale e sede del Comitato Festa dell’Immacolata), prospiciente il campanile del Santuario di Ave Gratia Plena, serrandola dall’interno. Il Parroco don Emilio Salvatore, non potendo intervenire direttamente, si è visto costretto a sporgere regolare denuncia alle Forze dell’Ordine. Solo in un secondo momento, egli è riuscito a convincere la donna, ad abbandonare l’edificio. Ciò è avvenuto in un clima assolutamente pacato e senza l’intervento dei Carabinieri. Malgrado i danni siano ingenti (quattro porte scassinate), la signora, che già in passato era stata aiutata dalla nostra Comunità, verrà ospitata per questa notte a spese della Caritas, in vista di una sistemazione più idonea. Questo è quanto è accaduto ed è ciò che deve essere noto a ciascuno di voi, che seguite ed amate questa Parrocchia: il dovere della Carità verso le persone più sfortunate non viene meno neanche stavolta, per quanto sia stato fatto del male all’intera Comunità e per quanto tale aiuto stia diventando, giorno dopo giorno, un peso sempre più duro da sostenere, poiché esteso a tutta la cittadinanza, senza distinzione di quartiere od appartenenza parrocchiale”.

comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato né condiviso con terze parti. I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori. *

menu
menu