PIEDIMONTE MATESE / ALIFE. Lei lo vuole lasciare, lui tenta il suicidio gettandosi nel fiume Volturno: salvato dai carabinieri 42enne del posto.

Dopo vari tentativi da parte dei carabinieri di farlo desistere dal suo intento, l’uomo si è lasciato travolgere dalle acque in piena che, dopo averlo trascinato per alcuni metri, lo hanno spinto contro una roccia.

I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Piedimonte Matese (CE), in Alife (ce), a seguito della segnalazione pervenuta al numero di pronto intervento 112, da parte di una donna, circa l’allontanamento dalla casa coniugale del proprio marito, con intenti suicidi scaturiti dalla richiesta di separazione avanzata dalla stessa, hanno tempestivamente avviato le ricerche che, poco tempo dopo, hanno consentito di intercettare l’uomo, nei pressi del pontedei briganti” (nella foto) ad Alife, immerso nel fiume Volturno sino alla cintura. Dopo vari tentativi da parte degli carabinieri di farlo desistere dal suo intento, l’uomo si è lasciato travolgere dalle acque in piena che dopo averlo trascinato per alcuni metri, lo hanno spinto contro una roccia ivi presente. I carabinieri presenti sul posto si sono subito tuffati in suo soccorso, riuscendo ad afferrarlo ed a trascinarlo in salvo sulla riva. Il 42enne, visitato dai sanitari del servizio 118 ivi sopraggiunti, è stato trasportato presso l’ospedale civile di Sessa Aurunca per le cure del caso.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu