PIEDIMONTE MATESE / Amministrative 2017. Marcellino Iannotta candidato con “SiAmo Piedimonte” di Carlo Grillo: idee chiare per il rilancio della città.

piedimonte matese grillo comitato

Sgonfiata la polemica sorta in seguito alla potenziale candidatura di Antonio Zannino: lo stesso giovane ha confermato la rinuncia volontaria, per motivazioni di carattere personale, all’invito di far parte della squadra di Grillo.

Vuole cominciare con una risposta chiara, netta, decisa, agli attacchi lanciati dalla lista di Civitillo che, secondo il diretto interessato, Marcellino Iannotta, “non hanno nessun fondamento e nessuna verità: l’aumento della nettezza urbana è stato deliberato dalla Commissaria Prefettizia (Vittoria Ciaramella, ndr) con atti deliberativi numero 33 (modifiche al regolamento) e numero 34 e 35 del 31/03/2017 di applicazione delle nuove aliquote”. Lo stesso ex assessore della giunta Cappello è stato, invece, additato come l’artefice degli ingiustificati incrementi del tributo Tari decisi, sempre secondo la lista avversaria di questa competizione elettorale, nel periodo nel quale lo stesso era stato nominato sindaco facenti funzioni (nomina del 13 settembre 2016) dal Prefetto di Caserta, De Felice. Ma quali le proposte di Iannotta (2° eletto nelle trascorse elezioni del 2012 con 530 preferenze accordategli)? “Innanzitutto il recupero di servizi essenziali, quali il Giudice di Pace, con possibilità di spostamento degli uffici presso l’ex sezione staccata del tribunale sammaritano in Piazza Cappello, in modo da incentivare pure il commercio in una piazza cruciale del paese”. “Rivedere senza dubbio il servizio viabilità e parcheggi che – secondo Iannotta – necessitano di una rivisitazione delle zone a pagamento e non, con strisce blu e bianche”. Altra proposta che l’ex assessore porterà all’attenzione del nuovo esecutivo, qualora la sua “SiAmo Piedimonte – Carlo Grillo Sindaco per la città” dovesse vincere le elezioni ed arrivare all’amministrazione del paese, sarà quella di creare un “ufficio di supporto all’ufficio tecnico comunale, con tecnici attinti da una short list di professionisti di fiducia che possano attingere a finanziamenti regionali ed europei per riqualificare il centro storico, con servizi e sottoservizi, pubblica illuminazione e quant’altro”.  Senza dimenticare “un efficace servizio di controllo del territorio da parte di vigili urbani, che potrebbe essere potenziato attingendo da nuovo personale assunto part – time“.   

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

menu
menu