PIEDIMONTE MATESE. “Assegni di cura? La Palmeri non c’entra un piffero”: l’ex primo cittadino Di Lorenzo ha inteso chiarire.

“I soldi li ha recuperati l’amministrazione. Per carità di Dio. A meno che non vogliamo dire che con una telefonata della Palmeri siano comparsi soldi e mandati”.

“Siccome si sta rasentando il ridicolo…. Mi corre l’obbligo di chiarire che l’Ass. Palmeri con gli assegni di cura non c’entra un piffero. Gli unici ad aver sensibilizzato Prefettura Ministero Regione Comune e Csl sono stati la FISH, Luca Romano, l’Ass. Fortini e il Garante“. Sono il chiarimento che ha inteso fare l’ex sindaco di Piedimonte Matese, Luigi Di Lorenzo, a proposito dell’annuncio dello sblocco di pagamenti degli assegni cura annunciato dall’assessore regionale in carica, Sonia Palmeri. “I soldi – ha continuato l’ex primo cittadino – li ha recuperati l’amministrazione. Per carità di Dio. A meno che non vogliamo dire che con una telefonata della Palmeri siano comparsi soldi e mandati. Cerchiamo di essere corretti. Io in questa guerra pietosa tutta Piedimontese a caccia dell’egemonia dei voti non voglio esser tirato dentro. Ma se mi si tira dentro sono pronto a combattere. Basta darmi il via e raccontiamo storie su tutti. Che dire? Facciamo così o la smettete di rompere chi non vuole votarvi? Cerchiamo di evitare di infangare perché vi hanno registrato come Zinzi. Ma ci siete o ci fate? Tenetevi chi vi incensa per un contratto o per un posto nella prossima lista ma non rompete le persone per bene. L’Ass. Palmeri deve vergognarsi! Se davvero sono sue parole deve vergognarsi! Un utilizzo indiscriminato di Facebook, account fasulli (Palumbo, Gatti, ecc), familiari al servizio a smanettare trollando inopinatamente insieme a 5-6 persone per bene che la seguono e la incitano per motivi noti. Giova ricordare che è Assessore non eletto e che non è riuscita a creare un progetto che aggregasse neanche nella sua Città ritrovandosi diversi candidati contro (6 solo in Città). Sugli assegni di cura non ci ha capito una fico secco dall’inizio. Le famiglie non sono stupide e raccontare bugie denigrando persino l’ex vice Sindaco che è al fianco dimostra tanto. Assessore si deve vergognare per questo attacco a chi le ha dato persino visibilità in Città quando non la conosceva nessuno. È uno schiaffo in faccia anche all’ ex vice Sindaco Filetti (che tanto si è impegnato per gli assegni di cura), all’ ass. Raucci oltre che a Mainolfi ed all’ ex Sindaco. Da persona perbene ed ex Sindaco invito la Città A NON VOTARE chi mente ed offende tutti”.

Stampa

comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

menu
menu