PIEDIMONTE MATESE. Attesa per oggi la riunione dell’Ambito: la cittadina capoluogo sarà rappresentata direttamente dal sindaco Civitillo dopo il ritiro della delega al consigliere Iannotta.

Questioni spinose i servizi insufficienti offerti all’utenza, personale non sempre qualificato, le continue lamentele che giungono dai Comuni e, non per ultimo, i costi eccessivi che assorbe l’Ambito stesso.

Attesa per oggi una ennesima riunione del Coordinamento Ambito che si occupa dei servizi sociali in tutti e 31 i Comuni ricadenti nel comprensorio. A rappresentare l’Ente capofila sarà direttamente il sindaco di Piedimonte Matese, Vittorio Civitillo, dopo le polemiche che sono susseguite all’ultimo infruttuoso incontro, che hanno portato di lì a poco addirittura al ritiro della delega al consigliere incaricato, Emilio Iannotta. Questioni spinose i servizi insufficienti offerti all’utenza, personale non sempre qualificato messo a disposizione per questioni che vanno invece a toccare fasce sensibili della popolazione, le continue lamentele che giungono dai Comuni e, non per ultimo, i costi eccessivi che assorbe l’Ambito stesso.

QUESTO IL COMUNICATO ULTIMO DEL COMUNE DI PIEDIMONTE MATESE IN MERITO

Il Sindaco e il gruppo consigliare “RISE – Rinascita Matesina” (di seguito il “Gruppo”) comunicano che, in riferimento alle riunioni del coordinamento istituzionale dell’ambito c4 (di seguito l’“Ambito”), la discussione tra i sindaci e i delegati dei comuni non ha sortito effetti positivi, ovvero la approvazione della programmazione del piano di zona pal per l’anno 2020 e la deliberazione di un atto di indirizzo per la proroga dei contratti o la assunzione degli assistenti sociali e la assunzione degli addetti all’ufficio di piano. Alcuni Comuni hanno richiesto per due volte un rinvio della discussione per ricevere – preventivamente – riscontri su alcune richieste di chiarimento in merito ad atti gestori che riguardano le precedenti amministrazioni. A seguito della seconda infruttuosa riunione l’assessore delegato Dott. Emilio Iannotta ha manifestato il suo disappunto sulla sua pagina facebook, per la preoccupazione di non poter garantire i servizi sociali essenziali alla nostra comunità.

Il Gruppo ritiene di confermare che:

– non è “colpa” di un Comune – piuttosto di un altro – né la gestione complessa e poco efficiente dell’Ambito, né la mancata approvazione della programmazione;

– occorre garantire la trasparenza e la conoscibilità degli atti amministrativi dell’Ambito;

– lo spirito di comunità territoriale, coesa, unita e pacifica, dovrà essere sempre un primario obbiettivo della nostra amministrazione;

– proseguiremo nella nostra attività di comunicazione solo attraverso la emanazione dei comunicati stampa condivisi.

Il Sindaco, al fine di favorire una discussione costruttiva e stemperare gli animi dopo l’ultima riunione e la conseguente dichiarazione del Dott. Emilio Iannotta, ha avocato a sé il potere di rappresentanza nella prossima seduta del coordinamento istituzionale, che verrà convocata per la prossima settimana. A seguito dell’approvazione della programmazione la delega verrà nuovamente conferita al Dott. Emilio Iannotta, che con passione, perseveranza e professionalità proseguirà nel suo eccellente lavoro.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

menu
menu