AILANO / GIOIA SANNITICA. Elezioni provinciali, il PD si spacca, cresce il fronte Magliocca: anche i sindaci De Rosa e Marotta, accompagnati da Zannini, passano con lui.

Nell’Alto Casertano certi di una candidatura a consigliere il sindaco di Ailano, Vincenzo Lanzone (Magliocca presidente, ed Alessandro Landolfi, assessore al Comune di Gioia Sannitica (Mirra presidente).

Due importanti sindaci del Pd voteranno Giorgio Magliocca alle prossime elezioni per il rinnovo del Consiglio Provinciale del prossimo 8 dicembre, quando sindaci ed amministratori di tutti e 104 i Comuni di Terra di Lavoro saranno chiamati alle urne. Tre i candidati alla Presidenza, tra cui l’uscente Giorgio Magliocca, sindaco di Pignataro Maggiore, sostenuto da forze politiche centriste, quali i “Moderati” di Giovanni Zannini, “Italia Viva” di Nicola Caputo, “Noi Campani” di Luigi Bosco e Clemente Mastella; candidato per il centro destra il primo cittadino di Caiazzo, Stefano Giaquinto, sostenuto da Forza Italia, Fratelli d’Italia e Lega; quindi Antonio Mirra, sindaco di S. Maria C.V., sostenuto dal Pd. Proprio quest’ultimo partito si avvicina al voto sempre più spaccato, con allontanamenti importanti dell’ultima ora, quali i sindaci Marcello De Rosa di Casapesenna e Vito Marotta di San Nicola La Strada che, grazie all’intermediazione del consigliere regionale Giovanni Zannini, hanno scelto proprio la causa Magliocca.

Nell’Alto Casertano sono certi di una candidatura a consigliere il sindaco di Ailano, Vincenzo Lanzone, che ha dato la sua disponibilità a candidarsi proprio con Magliocca, ed Alessandro Landolfi, assessore al Comune di Gioia Sannitica, che invece correrò per il Pd, quindi per Mirra presidente.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

menu
menu