PIEDIMONTE MATESE. Comunità Montana zona del Matese, truffa ai danni dello Stato, turbativa d’asta e falso in atto pubblico: prosciolto l’ex segretario Gennaro Pezone.

Comunità Montana Matese 2013

L’indagine della Guardia di Finanza di Caserta era partita nel 2011 e riguardava fatti risalenti al periodo fra il 2003 e il 2006 quando Pezone rivestiva la carica di segretario dell’ente di Via Provinciale Sannitica.

La Corte di Appello di Napoli, con la sentenza n. 110/2014, ha prosciolto Gennaro Pezone, ex segretario della Comunità Montana del Taburno. Con la sentenza di primo grado la Seconda Sezione Penale – Collegio C – del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere aveva condannato il funzionario a tre anni e sei mesi di reclusione oltre alla sospensione per cinque anni dai pubblici uffici. Le accuse a carico del funzionario erano gravi: truffa ai danni dello Stato, turbativa d’asta e falso in atto pubblico. L’indagine della Guardia di Finanza di Caserta partita nel 2011 riguardava fatti risalenti al periodo fra il 2003 e il 2006 quando Pezone era segretario generale della Comunità Montana del Matese.

comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu