PIEDIMONTE MATESE. Con un doppio tampone negativo la 79enne del matesino si è completamente “negativizzata”: ora potrebbe essere trasferita in reparto al nosocomio di Piedimonte.

I familiari, risultati sempre e tutti negativi, hanno scrupolosamente osservato le prescrizioni di legge, compresa la quarantena obbligatoria loro imposta.

La 79enne residente in Piedimonte Matese era stata ricoverata presso l’Ospedale di Piedimonte Matese per altre, gravi, patologie. Qui le era stato somministrato un tampone per verificare anche l’eventuale positività al coronavirus e, purtroppo, questi aveva dato esito positivo. Da qui il trasferimento nel centro covid del casertano, tutt’ora allestito presso l’ospedale di Maddaloni, ma immediatamente sul posto un secondo tampone aveva dato esito negativo. Siccome per la prassi è necessario un secondo tampone negativo per acclarare la sua negatività, un terzo tampone effettuato all’anziana signora originaria di Teano aveva dato, invece, una positività. Possibile, anzi molto probabile, che tale positività sia stata riscontrata non per contagio da coronavirus bensì per le patologie che la signora si porta avanti da troppo tempo, quindi valori alterati legati a questi, altri, problemi di salute. Sta di fatto che, finalmente, con un doppio tampone negativo ora la signora, e tutti i suoi familiari, possono tirare un sospiro di sollievo ed addirittura ipotizzare un suo prossimo trasferimento nel reparto al nosocomio di Piedimonte Matese dove può essere curata per i suoi malanni ma non per covid. I familiari, per contro, risultati sempre e tutti negativi, hanno scrupolosamente osservato le prescrizioni di legge, compresa la quarantena obbligatoria loro imposta.

Stampa

comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

menu
menu