PIEDIMONTE MATESE. Festival dell’Erranza alla 2° edizione tra arte, eventi, musica: 23 ospiti tra cui antropologi e scrittori per la 4 giorni .

slideluglio-940x360

La ricerca di maggiori inferenze della parola “erranza” è la ragione del Festival: questo è ciò che lo distingue e lo costituisce.

Dall’11 al 14 settembre, nel suggestivo borgo di Piedimonte Matese, viaggiatori, scrittori, antropologi, religiosi e artisti si incontreranno e incontreranno il pubblico per dialogare sull’ampia semantica dell’erranza.  Il Festival dell’Erranza, ideato e diretto da Roberto Perrotti è alla seconda edizione, promosso dalla “Banca Capasso Antonio” e patrocinato dal Comune di Piedimonte Matese. La ricerca di maggiori inferenze della parola “erranza” è la ragione del Festival: questo è ciò che lo distingue e lo costituisce. Nell’edizione 2013 ci si è interrogati sulla crisi di passaggio della nostra contemporaneità, in quella che ci attende, rifletteremo sulla relazione necessaria fra l’esperienza della Dimora e quella dell’Altrove. La Dimora, luogo dal quale s’intende allontanarsi ma al quale si anela ritornare, sarà posto a confronto con l’esperienza dell’Altrove che stimolerà le nostre capacità percettive, e i “nuovi mondi”, per quanto enigmatici, consentiranno di valutare “ l’universo fuori di casa nostra”. Tra i 23 ospiti: l’antropologo Marco Aime, gli scrittori Antonio Moresco, Eraldo Affinati, Filippo Tuena, Simone Perotti, Stefania Nardini; e poi musicisti internazionali come Marzouk Mejri e il suo ensemble; inoltre installazioni, laboratori per bambini, collegamenti skype, un’Apecar colma di libri; e ancora uno spettacolo teatrale e un presidio slow-food.

Programma completo all’indirizzo http://www.festivaldellerranza.it/programma-2014.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu