PIEDIMONTE MATESE. “Giornata di Prevenzione dell’Ictus Ischemico” a cura del Rotary Club Alto Casertano presso la Clinica Villa dei Pini.

piedimonte matese villa dei pini di robbio mediciIl programma, che prevedeva un colloquio medico e un esame ecocolordoppler (ECD) dei tronchi sovraortici (TSA), si è svolto in mattinata, con piena soddisfazione dei numerosi utenti che hanno affollato la clinica.

di Nicola Iannitti

Grande interesse ed affluenza ha suscitato nella popolazione della cittadina di Piedimonte Matese la Giornata dedicata alla prevenzione dell’ictus ischemico celebrata dal Rotary Club Alto Casertano Piedimonte Matese in collaborazione con la Casa di Cura Athena Villa dei Pini nella giornata di sabato 5 dicembre. Il programma, che prevedeva un colloquio medico e un esame ecocolordoppler (ECD) dei tronchi sovraortici (TSA), si è svolto nella mattinata, dalle ore 9.00 fino alle 12,30, con piena soddisfazione dei numerosi utenti che hanno affollato i corridoi della clinica. Da sottolineare la grande disponibilità della Clinica Athena Casa di Cura Villa dei Pini che ha messo a disposizione non solo gli ambienti al 3 piano ma anche la strumentazione necessaria ed il personale medico occorrente. Gli esami dell’Ecocolordoppler sono stati condotti dal dr. Alfonso Marra, socio del club Altocasertano e past presidente dello stesso, dipendente del reparto di cardiologia del locale ospedale., l coadiuvato dall’ ecografista della Clinica dr. Molinari. Gli esami medici, invece sono stati condotti dal dr. Simonelli, presidente della clinica stessa, soi. cio del club rotariano di cui è past presidente, collaborato brillantemente dalla dott.ssa Paola Gaetano, dipendente della Clinica Athena. A dare un aiuto dovuto agli operatori sanitari il presidente del Rotary Club dr. Raffaele Di Robbio che sullo stesso problema si era già cimentato in precedenza nella sua Pietravairano. Il Ghota, del Rotary Club , dunque , al servizio di cittadini con vari problemi personali che, nella giornata dedicata alla prevenzione dell’Ictus Ischemico, hanno potuto constatare direttamente la funzionalità o meno dei tronchi sovraortici e fruire dei consigli suggeriti dai medici per una sana e corretta esistenza per prevenire il rischio dell’Ictus Ischemico. La giornata della prevenzione è stata organizzata anche su indicazione del Governatore del Rotary – Distretto 2100, ing. Giorgio Botta, che, nella lettera di auguri a tutti i rotariani per la festa del Santo Natale ha sollecitato l’impegno di tutti a mantenere costante l’attenzione per la prevenzione e la cura delle malattie insorgenti. “L’incidenza dell’ictus, in Italia e nel mondo, è altissima; nel nostro paese, ogni anno, colpisce più di 200.000 persone, di cui l’80% sono nuovi episodi mentre il restante 20% ricadute (cioè pazienti che hanno già avuto un episodio passato di ictus). Su internet rileviamo le seguenti notizie: Sempre a livello nazionale, l’ictus è una delle maggiori cause di morte (la terza, dopo le cardiopatie e il cancro), e di invalidità. Si devono a esso, infatti, circa il 10-12% di tutti i decessi e la maggior parte degli adulti disabili. Gli individui più a rischio sono gli anziani; non a caso, il 75% dei casi di ictus interessa persone dai 65 anni in su, mentre il rimanente 25% coinvolge persone più giovani (bambini compresi). Se si pensa, poi, che la popolazione dei paesi industrializzati sta invecchiando di più rispetto a un tempo (si vive sempre più a lungo), si può intuire per quale motivo l’incidenza del colpo apoplettico sia destinata, in futuro, ad aumentare ancora. Sono più colpiti gli uomini, rispetto alle donne, ed è ormai consolidata la tesi secondo cui esistono razze più predisposte di altre: difatti, gli asiatici, gli africani e i caraibici sono, in assoluto, le popolazioni più a rischio. Il motivo è da ricondursi a una tendenza naturale di queste etnie a sviluppare diabete e cardiopatie, che sono due dei più importanti fattori scatenanti l’ictus.”

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu