PIEDIMONTE MATESE. Giudice di Pace salvo grazie al Consorzio di Bonifica: trovata la disponibilità di un dipendente ed avviate le procedure.

I documenti predisposti sono stati inviati alla Commissaria Prefettizia di Piedimonte Matese per gli atti conseguenziali.

L‘Ufficio del Giudice di Pace di Piedimonte Matese sarà salvo grazie all’intervento del Consorzio di Bonifica del Sannio Alifano. Ennesimo summit vi è stato questa mattina ed è terminato da pochi istanti: determinante è stato l’incontro tra il Presidente della Comunità Montana del Matese, Francesco Imperadore, anche sindaco di San Potito Sannitico, ed il Presidente del Consorzio Bonifica, Franco Della Rocca. Fino al termine del mese di luglio 2021 i servizi agli uffici giudiziari matesini sono stati assicurati proprio grazie all’intervento dell’Ente montano, il cui presidente Imperadore aveva messo a disposizione un dipendente della struttura di Via Comunale Sannitica, frazione Sepicciano. Ma, con il pensionamento di questo dipendente, l’Ufficio del Giudice di Pace di Via Don Giovanni Bosco, nei pressi dell’ex Istituto Salesiani, rimaneva sprovvisto di qualsivoglia risorsa umana. Andata deserta la richiesta di intervento di ogni Comune del comprensorio, e su impulso del “Comitato per il mantenimento dell’Ufficio Giudice di Pace di Piedimonte Matese”, proprio l’Ente di Viale della Libertà, il Sannio Alifano appunto, aveva dato la disponibilità di attingere dalle proprie risorse umane per debellare la chiusura dell’ufficio matesino. Cosa che andrà scongiurandosi, adesso, con la già individuazione di un dipendente che sarà, ora, chiamato ad una adeguata formazione.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

menu
menu