PIEDIMONTE MATESE. Il PD si augura che in Comune si avviino presto interventi sulle scuole necessari per la auspicata ripresa di settembre.

“Ci vorranno sicuramente più aule, più ambienti, accessi e servizi differenziati, ma anche nuove risorse strutturali che sul nostro territorio non mancano e collaborazioni con istituzioni e associazioni”.

Italia, dopo due mesi di quasi totale chiusura, si appresta ad affrontare la non meno difficile fase 2 di questa drammatica emergenza determinata dalla pandemia del Covid 19 e noi ci auguriamo che tutti, cittadini ed istituzioni, la vivano con coraggio e responsabilità.

Della ripartenza non farà parte il mondo della scuola, non essendoci ancora le condizioni di sicurezza per far tornare a scuola milioni di studenti e lavoratori, ma è questo il tempo per ripensare e progettare nuove modalità didattiche ed anche nuovi ambienti scolastici. Tra le attività che possono riprendere dal 4 maggio, c’è infatti l’edilizia, soprattutto quella rivolta a lavori pubblici e alle scuole in particolare, per le quali si stanno anche approntando risorse ad hoc.

Il Partito Democratico di Piedimonte Matese si augura, allora, che anche nel nostro comune si metta mano rapidamente agli interventi sulle scuole, proprio in questi mesi di chiusura forzata, approfittandone per realizzare la manutenzione ordinaria e straordinaria, ma soprattutto quegli interventi necessari a rendere possibile la auspicata ripresa di settembre, avendo a disposizione spazi e strutture più adeguate alle misure che sarà necessario adottare. Ci vorranno sicuramente più aule, più ambienti, accessi e servizi differenziati, ma anche nuove risorse strutturali che sul nostro territorio non mancano e collaborazioni con istituzioni e associazioni che operano nel settore della formazione, della cura dei bambini, dell’offerta culturale e ludico-ricreativa.

Ci auguriamo anche che l’Amministrazione comunale faccia in modo che vengano completati quei lavori che potrebbero offrire ai nostri giovani e giovanissimi opportuni spazi, come quelli nell’ex complesso dei Salesiani, del Palazzetto dello sport e della scuola per l’infanzia di via A. Moro, al fine di garantire un’offerta formativa il più completa possibile ad essi e un supporto alle necessità dei genitori.

La ripresa di questi cantieri costituirebbe inoltre anche occasione di lavoro per tanti e di movimento economico per esercizi commerciali ed altri operatori del territorio, contribuendo a quella ripresa economica molto difficile eppure necessaria e possibile, se si lavorerà tutti con generosità, coraggio e responsabilità.

Stampa

comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

menu
menu