PIEDIMONTE MATESE. Salesiani ed Isola Ecologica, solita strumentalizzazione: il sindaco Di Lorenzo puntualizza.

Certa stampa (la solita) attacca a testa bassa, senza cognizione di causa: l’importante che attacca!!! Ma a volte si espose a sonore figure di M….!

“Ci vuole un coraggio a comfondere un’area di cantiere ( in corsi lavori sede protezione civile) ed aree dove giocano bambini!!. Si fa presente che all’interno dei Salesiani sono lì da mesi in corso lavori di ristrutturazione dello storico edificio Centrale grazie ai lavori di questa Amministrazione e tra poco verranno iniziati i lavori di 2 padiglioni. Ricordiamo a tutti – precisa il sindaco Luigi Di Lorenzoche i finanziamenti regionali FESR dei CAPANNONI erano stati persi nel 2015 e QUESTA Amministrazione ha ottenuto FONDI MINISTERIALI Bando 2018 grazie ai quali si renderà l’area moderna e usifruibile dopo decenni di abbandono. L’area utilizzata non è utilizzata quale isola ecologica ma esclusivamente per collocare due scarrabili (solo due cassoni carrabili) e solo nei giorni di ritiro degli ingombranti per poi rientrare nell’area di cantiere. Quelli che si vedono nella foto non sono rifiuti bensì deposito di materiali di risulta del cantiere (deposito temporaneo come per legge), trattandosi appunto di un’area di cantiere. D’altronde la stessa area non può essere utilizzata dal pubblico poiché ci sono lavori in corso. Finirà mai il tam tam delle bugie a pagamento? Dispiace per chi addirittura ha gratuitamente offeso sul piano personale ma da parte nostra non c’è nessun rancore. Amiamo Piedimonte. Siamo finalmente, infine, in attesa che ci venga restituita l’isola Ecologica occupata senza titolo da ex concessionari” – conclude la fascia tricolore.

Stampa

Lascia un commento comment3 commenti
  1. Gennaio 16, 18:13 Anonimo

    Forse il messaggio che ci viene è ontologico:
    Se al Cristiano – per camminare nella fede – è stato consentito di avvalersi di due Papi, non dovrebbe essere consentito all’ultimo laico del regno – per muoversi nel rispetto delle regole – di avvalersi di due Sindaci (uno che scrive e l’altro che spiega) ?

    reply Reply this comment
  2. Gennaio 16, 17:27 Anonimo

    Tesi: “L’area utilizzata non è utilizzata quale isola ecologica ma esclusivamente per collocare due scarrabili (solo due cassoni carrabili) e solo nei giorni di ritiro degli ingombranti per poi rientrare nell’area di cantiere. “
    Dunquem:
    1- c’è un’area di cantiere che si chiama “area di cantiere” anche se la si utilizza per raccogliere rifiuti;
    2 – quest’area, inoltre, in quanto area di cantiere non è accessibile al pubblico anche se in quanto destinata a raccogliere rifiuti deve essere per forza accessibile al pubblico;
    3- e in definitiva c’è quel che non è (un’area per la raccolta dei rifiuti) in quel che è (un’area cantiere) nella quale i cittadini potranno Non Scaricare (perché cantiere inaccessibile) rifiuti ingombranti (anche perché non sono scarti di cantiere) e neanche scaricare scarti di cantiere (perché i cittadini sono abilitati al solo deposito di ingombranti)…….
    Aenigmisticum!

    reply Reply this comment
  3. Gennaio 16, 16:17 Anonimo

    Mumble mumble……..
    senza offesa ……. ma:
    affermare che “L’area utilizzata non è utilizzata quale isola ecologica ma esclusivamente per collocare due scarrabili (solo due cassoni carrabili) ” non equivale a teorizzare che “un cesso non è un cesso se, una volta fatto il bisognino, si tira lo sciacquone”?
    Mumble mumble………

    reply Reply this comment
mode_editLascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

menu
menu