PIEDIMONTE MATESE. Un altro carico destinazione Ucraina, grazie alla sensibilità dei matesini. FOTO e VIDEO.

Anche la piccola Chiara con uno stendardo dell’Ucraina: possano questi doni alleviare le sofferenza di un’intera nazione.

Ancora solidarietà dal Matese, ed ancora protagonista la Comunità Montana zona del Matese, da mesi punto di raccolta di beni di prima necessità, ma anche altro, per chiunque avesse voluto donare un qualche cosa da destinare alle popolazioni martoriate, in questi giorni, dalla guerra. Coordinati dal sindaco di Ailano, Vincenzo Lanzone, sono stati coinvolti i Comuni dell’ambito montano matesino, che hanno potuto consegnare le loro donazioni direttamente presso l’aula consiliare dell’Ente.

E quest’oggi presso la sede in Via Sannitica, alla frazione Sepicciano di Piedimonte Matese, è giunta una delegazione dell’ UNITALSI, associazione cattolica dedicata al servizio degli ammalati ed al loro trasporto in pellegrinaggio presso santuari italiani ed internazionali. La sezione UNITALSI di Pietravairano, nello specifico, ha potuto caricare su un furgone gentilmente messo a disposizione derrate alimentari, in particolare scatolame, pasta, biscotti, latte, succhi di frutta, acqua, ma anche prodotti per l’igiene della persona, vestiario in genere, giocattoli per bambini: un carico di speranza, dunque, nella consapevolezza che possa alleviare in qualche modo le sofferenze di un popolo colpito da una barbara guerra. Una parte di questi beni, quella più consistente, sarà portata al confine della nostra nazione per poi proseguire il viaggio in Ucraina; un’altra parte sarà consegnata ad una casa famiglia di Ameglio, nel comune di Marzano Appio, dove da settimane sono ospiti profughi di guerra ucraini.

VIDEO 1

VIDEO 2

Uno straordinario documento, datato 30 marzo 2022 e scritto in ucraino, che attesta la consegna dei beni che stanno arrivando in Ucraina e ringrazia quanti stanno donando.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

menu
menu