Pietrelcina. Solita truffa ad anziani con la scusa del pacco ad un parente: restituiti 3mila euro, arrestati due soggetti del napoletano.

Tentata truffa ai danni di un’anziana del posto, abitante in contrada Fosse a Pietrelcina. Stavolta sono stati però arrestati due soggetti, un 61enne e un 22enne originari del napoletano, già gravati di precedenti penali. I due avevano raggirato una 82enne ma il marito, mentre rientrava a casa, avendo intuito che le stesse succedendo qualcosa di sospetto, ha allertato il servizio 112. I carabinieri intervenuti sul luogo hanno bloccato uno dei due malviventi che stava aspettando il suo complice in auto, una Fiat Tipo, presa a noleggio sempre nel napoletano, nel frattempo entrato nella casa della signora consegnare il classico pacco e ritirare la somma di denaro. Il secondo malvivente aveva appena preso 3mila euro per il pagamento della merce ed era riuscito a dileguarsi nelle campagne circostanti col malloppo. Ma, dopo aver ascoltato le indicazioni della vittima, le forze dell’ordine si sono messe alla ricerca del secondo complice riuscendo a trovarlo nascosto sotto un ponticello di una strada comunale, a qualche centinaio di metri dall’abitazione oggetto di truffa. Dopo perquisizione personale i carabinieri hanno trovato addosso al malvivente i soldi appena consegnatigli, che sonop stati restituiti alla proprietaria. Pare che l’anziana donna, poco prima dell’accaduto, avesse ricevuto una telefonata di un uomo, che millantava di essere il nipote e che gli chiedeva di ritirare un pacco per il quale doveva anticipargli il pagamento.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu