Politiche 2022. Oltre ad aver perso 6milioni e mezzo di voti in tutt’Italia, il Movimento 5 Stelle ha “trombati” illustri alle ultime elezioni: tutti i nomi.

Ora dovranno ricominciare a lavorare, come i percettori del RdC che finora non lo hanno fatto beneficiando di una misura proprio da loro introdotta.

Davide Crippa tornerà a fare l’ingegnere dopo essere stato capogruppo alla Camera del M5S, prima di mollare Giuseppe Conte dopo la caduta del Governo Draghi. Ha perso nel collegio campano di Giugliano con la ex collega capogruppo (ma al Senato) Mariolina Castellone.

Gianluigi Paragone, fondatore di Italexit dopo l’esperienza da senatore col M5S, ha promesso che non sparirà dalla circolazione: “Farò un po’ di ordine nel partito, lo strutturerò e vado avanti”. Continuerà anche a fare il giornalista, scrivendo sul sito ‘ilparagone.it’.

Lucia Azzolina, ex M5S e candidata con Impegno Civico, dovrebbe tornare a Siracusa per ricoprire il ruolo di dirigente scolastica, dopo aver vinto il concorso cinque anni fa.

Il caso più clamoroso è quello di Luigi Di Maio. Dopo due legislature, la seconda da vicepremier e tre volte ministro, ha incassato il flop con Impegno Civico dopo l’uscita dal M5S. Secondo Repubblica, un’ipotesi accreditata – ma ancora prematura – è quella del mondo della consulenza.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

menu
menu