PONTELATONE. “Vino Casavecchia e Castagne”, il vino DOC: l’evento sabato 12 e 19 novembre prossimi.

casavecchia e castagneIl Casavecchia è un vitigno autoctono che dal Novembre 2011 si fregia della Denominazione di Origine Controllata di fatto è la quarta DOC in ordine cronologico della provincia di Caserta.

Alla quinta edizione di un evento, “Vino Casavecchia e Castagne”, che registra un interesse sempre ampio da parte della nostra clientela, è una manifestazione concepita con uno scopo puramente PROMOZIONALE, sia per quanto riguarda il nostro Vino Casavecchia sia per l’agriturismo. Si terra’ ESCLUSIVAMENTE nei giorni di SABATO 12 e 19 NOVEMBRE p.v., sia a pranzo che a cena. Il menu’, con vino Casavecchia della casa ed acqua compresi, ha un costo contenuto: 22,00 e., proprio per favorire il carattere “propagandistico” del citato evento. Si potranno anche degustare ed acquistare i Casavecchia Petronilla e San Laro, vini in bottiglia di nostra produzione, ad un prezzo vantaggioso. Il Casavecchia è’ un vitigno autoctono che dal Novembre 2011 si fregia della Denominazione di Origine Controllata ,di fatto è la quarta DOC in ordine cronologico della provincia di Caserta. Il disciplinare prevede che la zona di coltivazione comprenda l’intero territorio amministrativo dei comuni di Formicola e Liberi e parte dei comuni di Caiazzo, Castel Campagnano, Castel di Sasso, Piana di Monte Verna, Pontelatone e Ruviano. E’ prevista l’esposizione e vendita Vino Casavecchia in bottiglia e prodotti locali. Il menu’ prevede delle specialità facenti parte dei cibi della cucina povera del territorio, ricche di sapori, fantasia, profumi, sensazioni e ricordi. Le Castagne accompagneranno dei piatti , rivisitati in chiave attuale ,i quali hanno sempre trovato largo utilizzo sulle nostre tavole e che ben rappresentano la consuetudine culinaria dell’area Trebulana : – Il Lardo di Maiale Nero Casertano, un energizzante d’altri tempi per i contadini che lavoravano nei campi con l’ausilio esclusivo delle proprie braccia. – L’Ortica raccolta da noi in pieno campo, utilizzata dalle nostre nonne per le minestre. – I Porcini che rappresentano sicuramente un’alta espressione della cucina locale nella fase autunnale. – Il Bufalo, rammentiamo che la Campania detiene praticamente il monopolio nazionale per l’allevamento di questo bovino. www.agriturismolefontanelle.it

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu