Quando sono le donne ad essere violente: chi sono e perchè si rivolgono al Centro d’Ascolto.

Le donne che abbiamo preso in carico avevano comportamenti violenti di natura fisica nei confronti del proprio partner: un’altra donna agiva invece sia a livello di violenza psicologica che fisica”.

La violenza è di tanti tipi, e non riguarda solo uomo/donna; i dati di Margot Net, il primo centro d’ascolto per autori di maltrattamenti in Umbria.

Non solo uomini violenti. Anche quattro donne, durante il primo anno di attività del centro di ascolto per autori di maltrattamenti Margot Net, il primo aperto in Umbria, si sono rivolte per chiudere aiuto e supporto verso un cambiamento nei loro partner, su cui agivano violenza sia fisica e psicologica. Come ci spiega la dottoressa Lucia Magionami, psicologa e psicoterapeuta responsabile del Centro d’Ascolto Margot Net a Perugia insieme all’avvocato Emanuele Florindi: “la violenza è di tanti tipi, e non riguarda solo uomo/donna. Attualmente in Umbria chi commetteva maltrattamenti ma voleva uscire da questo tunnel infernale, non sapeva a chi rivolgersi prima dell’apertura del nostro sportello di ascolto, un cammino inziato a febbraio 2015”. 

“Oltre a dodici uomini che hanno chiesto aiuto e supporto al nostro centro, anche quattro donne si sono rivolte a noi perchè consapevoli di avere un disagio. Tre delle quattro donne che abbiamo preso in carico, avevano comportamenti violenti di natura fisica nei confronti del proprio partner – sottolinea la dottoressa Magionami, un’altra donna agiva invece sia a livello di violenza psicologica che fisica”.

Che tipo di donne sono e perchè si sono rivolte al vostro sportello? Sono donne colte, istruite, lavoratrici. Donne normali, ma con un disagio. Tutte e quattro vivono a Perugia ed una è originaria del Sud America. Sono venute spontaneamente da noi, grazie alle informazioni divulgate dai mass media. I loro compagni non hanno mai denunciato le violenze subite – a volte c’è vergogna ed inadeguatezza – e da quanto ci hanno riferito, si sono rivolte allo sportello di Margot perchè non ci sono altri servizi che abbiano competenze per questo tipo di problema. Inoltre, spesso le donne che rispondono con violenza al proprio compagno, sono in risposta a maltrattamenti subiti. In questo caso però le autrici dimostravano comportamenti violenti senza essere a loro volta vittime dei propri compagni”. 

Spesso si rivolgono a noi persone che hanno assistito ad espisodi di violenza e che, sul modello comportamentale di quanto appreso, soprattutto in età evolutiva, c’è una replica di quello stesso ,modello, di quei stessi comportamenti violenti. Come le donne che si sono rivolte al centro d’ascolto. Se il padre le picchiava o picchiava la madre, quello schema violento può tornare a riproporsi. L’importante è avere consapevolezza che dal circuito della violenza si può uscire, basta avere gli strumenti giusti”. 

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

menu
menu