SAN PIETRO INFINE. 5 anni di amministrazione, “se questo è il nulla, siamo ben lieti di farne altri”: la nota del sindaco Mariano Fuoco.

5 anni di amministrazione “Uniti per San Pietro Infine”, come dire: “se questo è il nulla, siamo ben lieti di farne altri“. “Sono sempre stato del pare che i conti si dovessero fare alla fine e, come diceva il grande Totò: è la somma che da il totale – aggiunge il primo cittadino Mariano Fuoco. Questo che andremo a pubblicare è un resoconto di 5 anni di Amministrazione. Certo, avremmo potuto fare di più – aggiunge la fascia tricolore uscente – ma c’è tempo, come c’è un tempo per seminare ed un altro per raccogliere”.

VADEMECUM AMMINISTRATIVO “UNITI PER SAN PIETRO INFINE” ANNI 2016-2021

A distanza di 5 anni, questa Amministrazione Comunale, pur se inizialmente composta da consiglieri inesperti in materia amministrativa e senza alcun appoggio e conoscenza politica, è riuscita poi ad aprirsi strade e importanti consensi tra Provincia, Regione e Stato Centrale, per realizzare e concretizzare davvero tanto per il nostro piccolo comune, come elencato di seguito. Si premette che le opere e i lavori di seguito descritti sono frutto di finanziamenti, mentre gli interventi riguardanti opere di viabilità sono stati realizzati con i fondi ad esse vincolati del servizio autovelox municipale. Si sottolinea inoltre che, a differenza di precedenti amministrazioni, per i numerosi lavori in elenco non è stato acceso alcun mutuo, per evitare ulteriori danni economici a carico di noi cittadini: vi ricordo che stiamo ancora pagando debiti, per mutui accesi nel 2008, con rate semestrali di circa 75.000,00 Euro.
Lavori

1) Miglioramento sismico e efficientamento energetico della casa comunale. Lavori in corso (€ 777.195,05 finanziati);
2) Strada San Pietro San Vittore del Lazio. Lavori in corso. (€ 1.107.460,40 finanziati),
3) Risanamento mura di cinta del vecchio centro “Monumento Nazionale” per dissesto idrogeologico. È in procinto l’iter amministrativo per la gara dei lavori. (€ 1.418.258,88 finanziati);
4) Ristrutturazione immobile di proprietà comunale destinato a servizi sociali. A breve l’inizio dei lavori. (€ 200.000,00 finanziati);
5) Fornitura e messa in funzione di nuovo ascensore all’interno della casa comunale. Ascensore esistente che doveva servire il primo e secondo piano. Non era collegato al piano terra; installato da precedenti amministrazioni e mai collaudato. Nel 2016 “scoperta” l’esistenza della cabina nel vano ascensore e si è cercato di metterlo in esercizio. Amara sorpresa: l’ascensore era ormai fuori norma e quindi è stato necessario sostituirlo completamente. Abbiamo colto l’occasione, effettuando ulteriori lavori, per collegare anche il piano terra. (€ 40.000,00 finanziati);
6) Rete Wireless-EU per collegamento internet gratuito in WI-FI in 4
punti del paese. Il nostro Comune è stato tra i primi in Italia ad
ottenere Internet Europeo, gratuito, per i cittadini. Impianto in
funzione da 8 mesi. (€ 15.000,00 finanziati);
7) Riparazione e messa in sicurezza del serbatoio per
l’approvvigionamento idrico sito in Via Nunziata Lunga. Le vasche
di contenimento di acqua potabile erano divenute antigieniche.
Lavori conclusi. (€ 50.000,00 finanziati);
8) Restauro del monumento ai caduti della prima guerra mondiale che verteva in uno stato di abbandono. Lavori terminati. (€ 20.000,00 finanziati);
9) Messa in sicurezza di parte del muro di Via Cimitero con piloni di contenimento e rifacimento marciapiedi. Lavori conclusi (€ 40.000,00 finanziati);
10) Completamento di parte del marciapiede in Via Cimitero con rifacimento di bauletti, fatiscenti, su tutto il tratto di muro e rifacimento del bauletto sul muro adiacente il campanile. Lavori conclusi. (€ 11.000,00 finanziati);
11) Fornitura e messa in opera di impianto di videosorveglianza con 40 telecamere, per la sicurezza del paese. Impianto funzionante dalla fine del 2018. (€ 39.800,00);
12) Riparazione e messa in sicurezza di parte di muro di Piazza Medaglia d’Oro con installazione di ringhiera di sicurezza su tutto il muro di via Dante Alighieri. Lavori conclusi (€ 39.400,00);
13) Pulizia e messa in sicurezza di strade comunali e cunette. Lavori conclusi (€ 6.000,00);
14) Installazione e fornitura di ringhiere di sicurezza su vari muri bassi e pericolosi presenti nel paese. Lavori conclusi. (€ 13.420,00);
15) Fornitura e installazione di nuova segnaletica stradale, specchi agli incroci e dossi artificiali in via Fornillo. Lavori completati (€ 9.000,00).
16) Realizzazione dell’illuminazione in Via Casilina Sud Dir con
l’installazione di 8 pali per la pubblica illuminazione, per dovuto
servizio agli abitanti adiacenti la stessa Via Casilina Sud Dir. Lavori
promessi nel lontano 2001 e solo ora realizzati. Si precisa che
l’impianto è stato realizzato secondo le norme di sicurezza, con
progetto e relative relazioni sismiche e geologiche. Impianto
funzionante (€ 18.000,00);
17) Forte impegno, nei confronti della Provincia, per il rifacimento del manto di asfalto per circa un chilometro sul tratto di strada di accesso al paese: da Piazza San Cataldo all’incrocio di Via Fornillo. Lavori eseguiti.
18) Asfaltatura di Via Pantane. Lavori eseguiti (€ 3.000,00);
19) Rifacimento illuminazione in Piazza Mauro Pagano. Lavori eseguiti.
20) “Riesumazione” del piano regolatore, oggi PUC, fermo dal 2009. Si evidenzia che fu affidato l’incarico per la stesura del PUC senza il dovuto impegno. Nel 2001 fu eseguito il primo pagamento ai due tecnici di € 25.000,00, poi il nulla. È stato necessario impegnare 50.000,00 Euro in quanto, per la stesura del PUC, il contratto prevedeva un importo di € 75.000,00. Inoltre sono stati necessari ulteriori €. 14.800,00 per la relazione geologica e agraria. Costo finale €. 89.800,00 Il PUC è in fase di approvazione definitiva
21) Finanziati € 178.000,00 per la progettazione di canali di contenimento e dispersione delle acque piovane che scendono dal monte Sambucaro, per la salvaguardia del paese. Gara per la progettazione conclusa – finanziato anche il primo stralcio di 1.000.000,00 di Euro. (Importo totale da finanziare 4 milioni 750mila Euro)
22) Finanziata la progettazione della rotonda del trivio in località San
Cataldo (€ 68.000,00). Incarico di progettazione in fase di assegnazione. Finanziamento dei lavori pari ad € 2.715.000,00;
23) Allestimento e messa in sicurezza del percorso esistente che parte dalla Cappella Maria SS dell’Acqua fino alle grotte della morte nel monumento nazionale (€. 199.000,00 finanziati). In fase di espletamento la procedura di affido dei lavori con relativo incarico di direzione lavori.
24) Nuove palazzine ERP di Via Veccere consegnate ai cittadini nel È stato necessario eseguire i seguenti lavori:

  • impermeabilizzazione ed isolamento del tetto di una palazzina per
    infiltrazioni di acqua;
  • riparazione e messa in sicurezza della rete di recinzione;
  • rifacimento collegamento fognario ad alcuni scarichi inesistenti e
    sostituzione di altri, in quanto ostruiti per l’esigua sezione dello
    scarico;
  • realizzazione di canaletta per impianto telefonico. Lavori conclusi
    (Tot. € 9.000,00 circa);
    Nuove lamentele di infiltrazioni di acqua dal tetto dell’altra palazzina. Ulteriori spese per l’impermealizzazione. I lavori pubblici eseguiti in precedenza hanno tutti lasciato in eredità infinite problematiche
    25) Riparazione strada di Via Chiesa incrocio Via Croce. Il selciato di sanpietrini, nella parte superiore della strada, ha subito un cedimento, con apertura della strada a causa di lavori mal eseguiti negli anni passati. Un canale esistente fu, a suo tempo, coperto con lastre di cemento, poggiandole direttamente sui bordi di terrapieno laterali al canale stesso. Al di sopra di tali lastre furono posati i sanpietrini. Con il tempo l’acqua, che scorreva nel canale sottostante la strada, ha eroso le sponde in terra facendo sprofondare la strada. I lavori pubblici chissà perché, in passato, sono stati sempre eseguiti male. Importo pagato €. 11.879,00
    26) Via Casilina Sud:
  • eliminazione dei paletti in metallo posizionati nel 2008 a protezione
    del marciapiedi. L’eliminazione dei paletti è stata imposta dall’ASTRAL, in quanto mai autorizzati e pericolosi per la circolazione stradale;
  • Manutenzione delle cunette laterali della strada a partire dal confine
    con il Lazio (Colle Aponi) fino al bivio di San Pietro Infine:
    manutenzione delle cunette laterali del tratto di strada Statale imposta
    dall’ASTRAL (ora nuovamente ANAS) e dal tribunale di Cassino, a
    causa di accordi sottoscritti nel 2011 tra questo Comune e la stessa
    Astral. Nell’accordo l’Ente si era assunto l’onere della manutenzione
    delle cunette laterali, marciapiedi, illuminazione ecc. per tutto il
    tratto stradale. Tali accordi furono forzatamente richiesti dal
    Comune per rendere il tratto della SS. 6 Casilina Sud interno all’area
    urbana comunale, per soddisfare le esigenze di un amministratore. È
    d’obbligo segnalare che i lavori realizzati tra il 2008 e il 2009, cioè il
    marciapiede che copre un canale di raccolta delle acque piovane da
    un lato e l’illuminazione dello stesso tratto dall’altro lato della strada,
    continuano a creare problemi. In particolare si evidenzia che i chiusini in ghisa, che coprono i pozzetti realizzati al di sotto del marciapiede stanno cedendo, creando voragini e serio pericolo per la pubblica incolumità. Siamo già al terzo “sprofondamento”. I chiusini in ghisa, durante i lavori iniziali, furono poggiati su spallette di legno (le famose mezzanelle), che a distanza di tempo sono marcite, causando lo sprofondamento dei citati chiusini (N.B. allo stato attuale abbiamo altri due tombini in fase di sprofondamento). I pali della pubblica illuminazione, a suo tempo dislocati lungo il tratto di strada in questione, sono diventati un pericolo, in considerazione della loro instabile “perpendicolarità”. Da notare che questa anomalia, anche se i tempi per la sistemazione sono stati lunghi poiché sul mercato non si reperivano i chiusini in ghisa, non è mai stata messa in evidenza sui social tra le “pseudo manchevolezze” di questa Amministrazione. Provate ad immaginare chi era stato il Direttore dei Lavori? Ad oggi, per far fronte alle necessarie riparazioni evidenziate, sono stati spesi circa 6.000,00 Euro;
    27) È in corso il finanziamento per un nuovo depuratore per l’importo di
    circa € 600.000,00;
    28) È in corso il finanziamento per il rifacimento della rete idrica
    comunale ormai ridotta in colabrodo per importo complessivo di €.
    1.987.304,00
    29) In corso di finanziamento un progetto per l’impianto di adduzione idrica, dal pozzo dello Sperino al serbatoio idrico in località Colli. Importo finanziabile € 230.000,00. Tale progetto prevede l’adduzione di acqua, con relativa fornitura alla condotta idrica presente, in località Cerro e Fuossera. Tali lavori porteranno al distacco dall’acquedotto Molise Acqua, con notevole risparmio economico per l’ENTE.
    30) Efficientamento energetico della pubblica illuminazione, sul tratto di Via Casilina Sud dal bivio San Cataldo al confine di San Vittore, con la relativa messa in sicurezza dei pali esistenti (100.000,00 Euro finanziati). A breve la gara dei lavori;
    31) Finanziato l’importo di 81.000,00 Euro, per comuni inferiori a 1000
    abitanti, per dissesto idrogeologico o messa in sicurezza di immobili
    comunali. Importo destinato per la costruzione di un muro di
    contenimento di una scarpata, alquanto pericolosa, a ridosso di due
    palazzine ERP (10 alloggi) consegnate nel 2015. A breve l’inizio
    lavori.
    32) Finanziati € 19.000,00 per efficientamento energetico; a breve inizio
    lavori per la sostituzione dell’impianto di illuminazione di Piazza
    Risorgimento con led.
    33) Ci stiamo adoperando per la ricostruzione delle palazzine ERP di Via della Libertà (36 alloggi) cercando di sfruttare la cessione del credito del 110%. È stato inoltrato un quesito all’Agenzia delle Entrate per avere la certezza che anche i comuni possano usufruire della legge in questione. Siamo in attesa di risposta. Altri piccoli lavori e interventi di ordinaria amministrazione che hanno comunque impegnato tempo ed energie (ad esempio: potatura di tutti gli alberi esistenti in paese, sistemazione mediante rattoppi con asfalto di strade comunali ed interpoderali ….ecc). Relativamente ai finanziamenti di lavori su elencati sono certo che, fino ad oggi, nessuna delle precedenti Amministrazioni susseguitesi in San Pietro Infine, in soli 5 anni di mandato, sia riuscita ad ottenere finanziamenti, ad eseguire lavori ed attività di vario genere, quanto questa Amministrazione. Generalmente, le Amministrazioni precedenti, nei primi 5 anni di mandato, avevano, più che altro, gestito finanziamenti o attività già avviate in precedenza da Governi uscenti. Per una visone chiara si raccolgono nella seguente tabella le opere finanziate ed in corso di finanziamento.
Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

menu
menu