SAN POTITO SANNITICO / NAPOLI. In Commissione Ambiente una lunga audizione pomeridiana sulla perimetrazione del Parco Regionale del Matese.

Al tavolo, tra gli altri, il sindaco di San Potito, Imperadore, di Prata Sannita, De Rosa, di Sant’Angelo d’Alife, Caporaso; inoltre, Santillo, presidente Consiglio comuanle a Piedimonte, Girfatti, presidente del Parco Matese.

In Commissione Ambiente, lunga audizione pomeridiana sulla perimetrazione del Parco Regionale del Matese, passo necessario alla definitiva attuazione del Parco Nazionale. ISPRA ha formulato una proposta che tuttavia, non tiene conto delle specificità esistenti nei comuni coinvolti. La presenza del Vice Presidente Regione Campania, Fulvio Bonavitacola, ribadisce la posizione del nostro Ente: l’eccessiva estensione delle zone coinvolte, oltrepassa il limite normativo del 30% da destinare ad area protetta; vengono totalmente violati gli usi civici esistenti; è stata usata una cartografia in scala 1:85.000 che fornisce una rappresentazione troppo grossolana del territorio, diversamente da quella 1:10.000 più adeguata e dettagliata in possesso dei nostri Uffici. Risultato? L’iter sarà bloccato dalla pioggia di ricorsi amministrativi che arriveranno a catinelle. Pertanto, la Direzione Generale Ecosistema e Difesa Suolo invierà nota formale al Ministero per chiedere una revisione, distribuiró le mappe più particolareggiate agli Enti Locali coinvolti per formulare una Proposta Unitaria da proporre al Governo centrale che contemperi le esigenze di luoghi a serio rischio depauperamento. Il Parco deve essere risorsa, non ulteriore elemento di impoverimento. Istituito anche Tavolo Tecnico permanente.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu