San Salvatore Telesino. La morte della piccola rumena Maria, no all’arresto dei 2 fratelli, suoi connazionali: secondo il Gip non ci sarebbero indizi gravi di colpevolezza.

Foto Cosima Scavolini/Lapresse01-02-2011 RomaSpettacoloTrasmissione Porta a portaNella foto Roberta BruzzonePhoto Cosima Scavolini/Lapresse01-02-2011EntertainmentTv program Porta a portaIn the photo Roberta BruzzoneLa famosa criminologa Roberta Bruzzone (nella foto) segue il caso per conto dei genitori della piccola Maria.

++ Bimba violentata e uccisa: legale, graffi su schiena ++Secondo il Gip Flavio Cusani sarebbero insussistenti i gravi indizi sulla colpevolezza dei due fratelli rumeni sulla morte della loro piccola connazionale Maria (nella foto) di soli 10 anni: la richiesta della Procura di ordinare la custodia cautelare in carcere per Daniel, 22 anni, e Cristina Ciocan, 31 anni. La bambina fu rinvenuta senza vita il 19 giugno 2016 annegata nella piscina di un casale a San Salvatore Telesino. Per Daniel le ipotesi di reato di omicidio e violenza sessuale, per la sorella il concorso nella prima. L’appello presentato al Riesame, con udienza fissata per il 16 febbraio, dovrà decidere se confermare il provvedimento di Cusani che ne aveva già firmato un altro a luglio 2016, o accogliere le argomentazioni del Procuratore aggiunto Giovanni Conzo e del sostituto Maria Scamarcio. Per gli inquirenti, la sera del decesso di Maria, di cui Daniel avrebbe abusato in più occasioni, sarebbe stata condotta in auto nella struttura, svestita e gettata in acqua. Un delitto al quale avrebbe contribuito Cristina, commesso perchè Daniel temeva che la piccola raccontasse le ‘attenzioni’ che lui le avrebbe riservato. Accuse alle quali i due indagati si sono sempre detti estranei. Ma secondo il giudice non vi sono tali gravità necessarie ad applicare una misura cautelare in un’indagine i cui atti sono ora a disposizione delle parti. I genitori di Maria si sono avvalsi della criminologa Roberta Bruzzone, mentre la difesa, supportata dalla criminologa Ursula Franco, ha individuato come propri consulenti il professore Fernando Panarese ed il dottore Vincenzo Migliorelli.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu