SANT’ANGELO D’ALIFE. Esito dei test rapidi: alcuni cittadini positivi, ma poi negativi al tampone.

Il sindaco Caporaso ha inteso tranquillizzare la sua cittadinanza sul fatto che non tutti i test rapidi somministrati ai residenti hanno avuto esito negativo. Da qui la necessità di sottoporre gli stessi al tampone, fortunatamente con esito negativo.

“I concittadini con esito positivo allo screening, sono negativi al tampone. Per adesso Sant’Angelo D’Alife zero casi Covid 19“. E con questa nota, chiara concisa ed esauriente, il sindaco Michele Caporaso ha inteso tranquillizzare la sua cittadinanza sul fatto che non tutti i test rapidi, somministrati ai residenti lo scorso giorno, hanno avuto esito negativo. Da qui la necessità di sottoporre gli stessi al tampone vero e proprio, che ha dato, fortunatamente esito negativo. La decisione di sottoporre a screening i cittadini di San’Angelo d’Alife era partita da un impegno dell’amministrazione comunale a guida Caporaso. L’indagine sierologica si è tenuta a partire da ieri, giovedì 21 maggio 2020, a cominciare dalle categorie considerate più a rischio. “I test saranno effettuati  con una postazione in Piazza XX Settembre a Sant’Angelo d’Alife – ci aveva confermato il sindaco. Un Camper dell’Asl con medici e specialisti pronti a sottoporre i test ai nostri concittadini. Cominceremo l’indagine dalle categorie protette, quindi dipendenti comunali, titolari e dipendenti di esercizi commerciali, le persone oltre i 65 anni di età, i portatori di handicap e poi via via ad esaurimento fino ad esaminare almeno un componente per ogni famiglia”. Ma non tutti i cittadini residenti sono stati coperti da questa indagine sierologica. “Noi abbiamo richiesto 1.000 test ma ce ne sono arrivati solo 350/400“. Sono stati effettuati anche tamponi veri e propri, sempre a cura dell’Asl: “in merito ai tamponi questi sono stati eseguiti, e sono relativi, a tutti i familiari che hanno avuto rapporti con un caso di Letino, del resto asintomatico: gli stessi sono risultati tutti negativi ma dovranno comunque osservare la prevista quarantena obbligatoria”.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu