SANT’ANGELO D’ALIFE / Verso le Amministrative 2018. Michele Caporaso della lista “Il Paese che vogliAmo”: “meravigliosa partecipazione dei cittadini”.

“La famiglia è l’obiettivo centrale del nostro programma, vogliamo amministrare tra la nostra gente e con la nostra gente. Cinque anni fa è cominciato un cambiamento che è sotto gli occhi di tutti”.

di Adele Consola

Procede senza sosta la campagna elettorale che il prossimo 10 giugno consegnerà la fascia tricolore al futuro sindaco di San’Angelo D’Alife. Con viva soddisfazione l’attuale vicesindaco, in corsa per la poltrona di primo cittadino, sta riscontrando, insieme alla sua squadra, un grande affetto dai cittadini santangiolesi. “Stiamo, come prassi vuole, visitando tantissimi cittadini ogni giorno e l’affetto che tutti ci stanno dimostrando è tanto e tale che ci dà la grinta e l’entusiasmo giusti per prepararci allo sprint finale. Come ormai tutti sanno, la mia candidatura è caratterizzata dall’idea e dalla volontà di far partecipare la cittadinanza alla vita civile e amministrativa santangiolese. Io e la mia squadra intendiamo svolgere la nostra funzione amministrativa con spirito di servizio e in modo molto pratico, misurandoci con problemi reali. La famiglia è l’obiettivo centrale del nostro programma, vogliamo amministrare tra la nostra gente e con la nostra gente. Cinque anni fa è cominciato un cambiamento che è sotto gli occhi di tutti, faremo il possibile per fare di più e ancora meglio”. Questo è quanto affermato dal candidato sindaco de “Il Paese che vogliAMO” Michele Caporaso, deciso a non cadere in provocazioni e intenzionato a non trascurare nessuna delle 10 macroaree del programma elettorale.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu