Scuola / La protesta continua. Contro la riforma voluta dal Governo Renzi si infittiscono i messaggio di disapprovazione. Ecco cosa si scrive sui social…

renzi scuola pd

“Noi non voteremo più il Pd perché indignati dal ddl La Buona scuola”: il testo del messaggio che dilaga sul un famoso social network e rivolto al Presidente del Consiglio Matteo Renzi. Moltissimi quelli che stanno manifestando il loro dissenso con un letterale “bombardamento” di espressioni colorite che ingigantiscono la protesta e legano, in qualche modo, la riforma della scuola al voto per le prossime amministrative in pèrogramma il prossimo 31 maggio. Ed ancora: “Caro Matteo sei bravo in matematica? Allora inizia a contare quanti voti hai perso!” (Erica), “Sono indignata sia come insegnante sia come madre preoccupata del futuro dei propri figli” (Teresita); “Noi personale Ata non voteremo Pd, indignati dal ddl La buona scuola…tanto non siamo neanche menzionati!” (Elena).

Stampa

comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

menu
menu