Sessa Aurunca. Infermiera trasferita: si bloccano gli interventi chirurgici in sala operatoria.

I requisiti minimi di sicurezza in sala operatoria prevedono una dotazione organica del personale medico e infermieristico che sia da rapportarsi alla tipologia e al volume degli interventi chirurgici da eseguirsi.

Si fermano gli interventi chirurgici poichè una delle due infermiere addette al blocco operatorio dell‘U.O.C. di Medicina è stata nel frattempo trasferita: medici e personale del reparto incrociano, così, le braccia, lasciando il presidio ospedaliero San Rocco di Sessa Aurunca senza più interventi. Sarebbe stato lo stesso direttore sanitario del nosocomio, Salvatore Moretta, ad appurare l’amara vicenda facendo di fatto bloccare quattro interventi chirurgici d’urgenza, fra cui due parti con cesareo e la ricostruzione di un femore. “È vergognoso lavorare in questo stato come si può spostare un’infermiera, una delle due uniche disponibili e destinarla a un altro reparto con degli interventi d’urgenza da compiersi, senza prendersi la briga di provvedere a una sostituzione”: hanno intanto sbottato dal personale. I requisiti minimi di sicurezza in sala operatoria prevedono una dotazione organica del personale medico ed infermieristico in rapporto alla tipologia e volume degli interventi chirurgici da effettuarsi e la sala operatoria deve prevedere almeno la presenza di due infermieri professionali, oltre a due chirurghi ed un medico anestesista.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu