Telese Terme. La cittadina pronta ad accogliere rifugiati: sabato fiaccolata per la pace e consiglio comunale aperto.

Sabato 5 marzo, alle ore 19.45 partirà dal piazzale antistante la stazione ferroviaria di Telese Terme la fiaccolata per la pace, organizzata dal Comune di Telese Terme, di concerto con S.E. don Giuseppe Mazzafaro, Vescovo della Diocesi di Cerreto-Telese-S.Agata e con la prof.ssa Angela Maria Pelosi, dirigente dell’IIS Telesi@.

Alla fiaccolata, che si concluderà in Piazza Minieri, prenderanno parte di sindaci della Valle Telesina e gli studenti del Telesi@.

La giornata di iniziative a sostegno della pace si aprirà alle 10, presso il Salone Goccioloni delle Terme di Telese con un Consiglio Comunale in forma aperta, così come richiesto dal presidente Maria Venditti, per garantire una effettiva partecipazione delle istituzioni scolastiche e della comunità studentesca, del mondo del volontariato e dell’associazionismo, della parrocchia e dei cittadini tutti.

Ma la sensibilità dell’amministrazione di Telese Terme per la crisi in Ucraina si è tradotta anche in una iniziativa concreta. Questa mattina, infatti, il sindaco e l’assessore con delega ai servizi all’immigrazione Filomena Di Mezza, facendo seguito alla nota del Ministero dell’interno contenente la comunicazione del decreto legge del 28 febbraio 2022 n.16, con il quale è stata autorizzata l’attivazione di ulteriori 3000 posti per fare fronte all’emergenza ucraina, ha trasmesso al servizio centrale, una manifestazione di volontà del Comune di Telese Terme, ad accogliere i rifugiati.

“La nostra comunità vuole testimoniare in ogni modo il suo no alla guerra e a ogni forma di violenza e di sopraffazione – dichiara Giovanni Caporaso, primo cittadino di Telese -. Ecco perché con il vescovo, con i giovani, gli studenti del liceo, con tutte le fasce tricolori della valle, marceremo silenziosamente per lanciare il nostro messaggio di pace e di speranza. Naturalmente – conclude il sindaco – le iniziative in favore del popolo ucraino non si fermeranno qui, saremo attivi sia per l’accoglienza che con punti di raccolta di generi di prima necessità. La comunità telesina ha un cuore immenso ed è sempre pronta a rispondere quando c’è bisogno di aiuto”.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

menu
menu