Torrecuso. Pedopornografia online, vasta operazione della Polizia Postale in 29 Province d’Italia: immagini scottanti con interessati molti bambini. Sotto inchiesta anche un 51enne del posto.

polizia postale

Nella vasta operazione su scala nazionale (25 le Province d’Italia interessate) della Polizia di Stato, in particolare della Polizia Postale, contro la pedopornografia online, sotto inchiesta anche un 51enne di Torrecuso. Sarebbero 29 in totale le persone coinvolte, con ordinanze di custodia cautelare in carico emesse a carico di altrettante persone. Gli indagati facevano parte di una rete internazionale ancora più ampia: le indagini della polizia postale di Milano hanno permesso di identificare complessivamente 233 utenti su scala mondiale che, attraverso canali di comunicazione on line definiti dagli inquirenti “nascosti e abbastanza sofisticati”, si scambiavano materiale pedopornografico. Secondo le indagini, le immagini ed i video interessati sarebbero molto precisi e sconvolgenti, con violenze e atti sessuali commessi nei confronti di bambini minori di dieci anni, bambini costretti ad atti sessuali tra loro e con animali. Questi i territorio coinvolti:  Alassio (SV), Alessandria, Besana Brianza (MB), Bordighera (IM), Busnago (MB), Castel Fiorentino (FI), Cava Manara (PV), Citta’ Ducale (RI), Genova, Gussago (BS), Lariano (Roma), Livorno, Loale (VE), Locorotondo (BA), Massa Martana (PG), Nettuno (Roma), Noto (SR), Novellara (RE), Pistoia, Pomezia (Roma), Portomaggiore (FE), Selva di Val Gardena (BZ), Roma, Taormina (ME) e Torrecuso (BN).

Stampa

comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

menu
menu