Torrecuso. VinEstate, dal 31 agosto al 2 settembre la kermesse dedicata ai vini del Taburno.

La manifestazione è curata come sempre dal Comitato Vinestate, in collaborazione col Comune di Torrecuso, la Camera di Commercio sannita, e gode del patrocinio della Regione Campania e della Provincia di Benevento ed il prezioso contributo delle associazioni del territorio.

VinEstate, tradizionale kermesse dedicata ai vini del Taburno; pronta la tre giorni dal 31 agosto al 2 settembre prossimi con degustazioni, ma anche spettacoli dal vico ed approfondimenti sul mondo dell’enologia. Appuntamento irrinunciabile nell’estate sannita che conferma la bontà dei vini del Taburno, tra i più rinomati nel mondo. La cittadina di Torrecuso si trasformerà, quindi, in una sorta di teatro dove è possibile assistere ad eventi incentrati sul , tutti con un unico comune denominatore: “territorio, tradizioni e produzioni enogastronomiche”, come le degustazioni a tema, come quelle proposte dalla Fondazione Italiana Sommelier. Immancabile quella dell’Aglianico del Taburno DOCG Rosso, Aglianico del Taburno DOCG Riserva ed Aglianico del Taburno DOCG Rosato. Inoltre, le degustazioni a cura di Sannio Consorzio Tutela Vini, che propone “Sorsi&discorsi intorno al Taburno e al suo Aglianico”; ma anche della Scuola del Gusto, con “Esperti alla prova del gusto”, i tradizionali percorsi di degustazione tra le cantine del Taburno che animeranno Piazza Caracciolo e Piazza Mellusi. Previsti convegni e tavole rotonde organizzate da Coldiretti Benevento, CIA Benevento ed amministrazione comunale di Torrecuso. E con questi anche il tradizionale “Premio Libero Iannella” che quest’anno avrà come tema “Radici, territori e condivisioni”. Il centro storico di Torrecuso sarà uno dei protagonisti indiscussi della kermesse con nuove e incantevoli location che ospiteranno spettacoli teatrali a tema, convegni, tavole rotonde, musica e aree di ristoro dove degustare i vini e i prodotti culinari del territorio. Ogni sera per i vicoli e le piazze del centro storico stand gastronomici, street food, prodotti tipici, botteghe artigiane e food truck. Piatti della vera tradizione contadina da consumare all’aperto, esposizione di macchine agricole ed attrezzature per la viticoltura, stand promossi delle Pro Loco del Taburno per far scoprire il territorio, le sue ricchezze e le sue bellezze. Ma anche un frizzante e stimolante evento alla riscoperta delle parole del vino con il Gourman Antonio Medici. Non mancherà poi uno spazio dedicato ai più piccoli, l’Agriasilo dove scoprire e incontrare i principali animali da cortile. E ancora mostre di fotografica, scultura e pittura che saranno ospitate in una rinnovata location: la Chiesa della Santissima Annunziata.

comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu