VAIRANO PATENORA. Progetto “Telethon”, all’I.C. “Garibaldi – Montalcini” in memoria di Rosanna Laurenza.

Tutti soddisfatti per il risultato conseguito e per il rapporto di stima e fiducia reciproca tra docenti e famiglie.

di Luciana Antinolfi

Anche quest’anno, l’I.C. Garibaldi – Montalcini, retto dalla Dirigente prof.ssa Rosaria Iavarone, sostiene la Fondazione Telethon, nella campagna di raccolta fondi da destinare alla ricerca per la lotta alle malattie rare. Il progetto è stato organizzato in memoria dell’ins. Rosanna Laurenza, la quale per anni si è dedicata a questa iniziativa, operando nel sociale. La Dirigente e i docenti tutti hanno voluto la continuità del progetto, che è divenuto parte integrante del Piano dell’Offerta Formativa. L’obiettivo è sensibilizzare gli alunni sul tema della diversità e delle malattie genetiche rare, nello specifico di educare gli studenti all’importanza della ricerca scientifica e al valore della solidarietà. Durante le manifestazioni natalizie, che si sono svolte nei plessi della Scuola primaria di tutto l’Istituto e nei plessi della Scuola dell’Infanzia di Pietravairano e Caianello- La Piana, sono stati allestiti dei banchetti per la raccolta fondi, a favore della ricerca scientifica di eccellenza, per la prevenzione e la cura delle malattie genetiche rare. I “Cuori di cioccolato” e i prodotti solidali sono andati letteralmente a ruba. Con grande generosità, infatti, i genitori degli alunni e le insegnanti hanno voluto aiutare Telethon ed hanno acquistato in poche ore tutte le confezioni disponibili, per un ricavato di 3.872 euro. Tanta allegria e tanti palloncini colorati sono stati regalati a tutti gli alunni, come segno di solidarietà verso il prossimo. Le insegnanti referenti del progetto, Franca Taffuri e Mariella Marsocci, subentrate alla cara collega Rosanna Laurenza, si dichiarano entusiaste di condividere, con tutti, l’enorme successo di quest’anno, e disponibili per il prossimo anno, ad organizzare altre iniziative, a favore di Telethon. Soddisfatta anche la Dirigente, Prof.ssa Iavarone, per il risultato conseguito e, soprattutto, per il rapporto di stima e fiducia reciproca tra docenti e famiglie, in quanto è grazie alla corresponsabilità e alla trasmissione di valori umani e morali che si persegue il successo formativo dei singoli ragazzi.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu