VALLE AGRICOLA / ALVIGNANO. “E’ la prima volta che la mia cittadina esprime un consigliere provinciale”: la soddisfazione del Sindaco Rocco Landi, che il prossimo mercoledì 16 dicembre andrà a sostituire in consiglio Nicola Leone, decaduto in quanto sciolta l’amministrazione comunale a S. Maria C.V.

landi rocco“Soddisfazione immensa la mia, quella di rappresentare in consiglio provinciale l’Alto Caertano nelle file del centro sinistra” (è consigliere anche il primo cittadino di Dragoni, Silvio Lavornia, eletto nel centro destra). Anche perché è la prima volta, nella sua storia, che la mia cittadina esprime un consigliere provinciale”. 

Sentita la Conferenza dei Capogruppo, il Presidente dell’Amministrazione provinciale di Caserta, Angelo Di Costanzo, anche Sindaco di Alvignano, ha provveduto a convocare per il prossimo mercoledì, 16 dicembre 2015 alle ore 12.00 (in prima convocazione, mentre per venerdì 17 dicembre, sempre alle ore 12.00 in seconda convocazione), presso il Palazzo della Provincia sito al Corso Trieste, il consiglio provinciale di Caserta per la surroga di 3 consiglieri decaduti. Si tratta del Consigliere Provinciale Fabio Monaco, che sarà surrogato da Giovanni De LuciaNicola Leone, espressione del Pd, consigliere di Santa Maria Capua Vetere, decaduto in seguito allo scioglimento del consiglio comunale cittadino: al suo posto entrerà in consiglio il primo dei non eletti nella lista (“Democratici per l’Alto Casertano”), il Sindaco di Valle Agricola, Rocco Landi; infine, Danilo Feola, anch’egli di Santa Maria Capua Vetere, che sarà surrogato da Basilio Vernile di Sessa Aurunca. E soddisfazione per la nomina di Rocco Landi è stata espressa anche dal primo cittadino di Piedimonte Matese, Vincenzo Cappello, presidente provinciale del PD, che in quella elezione sfidava proprio l’attuale Presidente Di Costanzo. Ma subito un non facile provvedimento a cui saranno chiamati i neo consiglieri provinciali: è previsto, infatti, per martedì 22 dicembre 2015 un’assise per deliberare lo stato di dissesto della Provincia di Caserta, decisione questa ormai non più rinviabile.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu