Venafro. Pastore 69enne scivola in un dirupo e muore, le pecore tornano da sole nell’ovile: la macabra scoperta solo il giorno dopo.

Il magistrato di turno non ha ritenuto necessario far eseguire l’autopsia, così la salma dell’uomo è stata subito restituita ai familiari per i funerali.

Le pecore erano ancora ricoverate nella stalla in località Le Noci nonostante fosse già giorno da un pezzo. Questo fatto ha fatto insospettire il fratello tanto da dare l’allarme. Si reca lui stesso in montagna dove portava solitamente il suo bestiame al pascolo e qui ha fatto la tragica scoperta: il corpo di suo fratello, Mario Romano, riverso a terra, in fondo ad un dirupo. Allertati i soccorsi, sul posto i sanitari del 118 con la Croce Azzurra, che hanno potuto solo constatarne il decesso, ed i Carabinieri della locale Compagnia. Stando alle prime indiscrezioni, l’uomo probabilmente il giorno prima sarebbe scivolato e avrebbe battuto violentemente la testa a terra, forse su delle pietre. Le pecore, all’imbrunire, sarebbero pertanto ridiscese da sole a valle e rientrate nel recinto, adiacente la casa dove iil 69enen viveva da solo, col loro pastore purtroppo già deceduto rimasto sui monti. Il magistrato di turno non ha ritenuto necessario far eseguire l’autopsia, così la salma dell’uomo è stata subito restituita ai familiari per i funerali.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu