Verso le Amministrative 2016 / Caserta. Ventre incontra i commercianti: “Serve sinergia per realizzare il tessuto produttivo cittadino e rilanciare la città. Fondamentali sicurezza e rispetto delle regole”.

caserta ventre commerciantiRiqualificazione del centro urbano attraverso un maggiore decoro ed un arredo urbano uniforme, rivisitazione e diminuzione della zona a traffico limitato, ripristino dell’intero sistema di videosorveglianza, pieno rispetto delle regole, maggiore presenza della polizia municipale per le strade cittadine, formazione ed educazione sull’uso di alcool ed altre sostanze che portano ad assumere comportamenti impropri nelle ore notturne: sono queste le misure per il rilancio del commercio e del tessuto economico casertano che sono state illustrate da Riccardo Ventre nel corso di due incontri tenuti con delegazioni di esercenti di via Ferrante e via Mazzini e zone limitrofe del centro. Nell’ascoltare le criticità che quotidianamente vive il tessuto economico locale, il candidato sindaco di movimenti civici e partiti politici di centrodestra si è confrontato sui problemi che il settore riscontra ed anche sulle aspettative che gli stessi commercianti nutrono rispetto alla prossima amministrazione comunale. “Chi avrà l’onere di guidare Caserta nei prossimi anni, dovrà necessariamente garantire una gestione armonica e coerente del centro cittadino, dialogando con i cittadini ed interfacciandosi con gli imprenditori locali al fine di contemperare le esigenze di tutti che può avvenire solo se tutti rispetteranno fino in fondo le regole. Partendo dal superamento dell’attuale sistema cervellotico del traffico nel centro della città, si dovrà redigere un nuovo piano che porti ad una maggiore fluidità nel transito pedonale e veicolare, nella migliore fruibilità di parcheggi ad un costo minore, e nella riduzione della Ztl che fino ad oggi ha ingessato e penalizzato il cuore di Caserta, determinando la chiusura di decine e decine di esercizi commerciali”, spiega Ventre. Tra le ulteriori proposte per rilanciare il commercio casertano, figura soprattutto la riattivazione delle telecamere in varie zone cittadine: “È impensabile che a fronte della previsione di 93 punti di sorveglianza, ne siano stati installati solo 52 e di queste ne funzionino non più di 5. Un’assurdità che pregiudica gravemente il livello di sicurezza in città e non aiuta istituzioni e forze dell’ordine nel prevenire e reprimere caso di microcriminalità che poi influiscono non poco sulla vivibilità della nostra Caserta. Soprattutto nelle ore notturne, insieme ad un maggiore utilizzo di vigili urbani nelle strade dove c’è la cosiddetta movida, è fondamentale garantire un sistema di controllo integrato e globale del territorio”, dichiara l’aspirante sindaco che continua: “La concertazione costante con i commercianti sarà la base per raggiungere risultati a tutto vantaggio della qualità della vita e della fruibilità del tessuto urbano, favorendo quelle iniziative imprenditoriali e quegli eventi di ampio respiro per il rilancio dell’immagine della città. Se tutto ciò avviene nel rigoroso rispetto delle regole di convivenza e secondo una politica di interventi organici per la crescita complessiva della comunità locale”. Ventre rimarca poi altri provvedimenti fondamentali per il miglioramento del centro urbano: “L’impiego della Protezione civile che deve essere di supporto e ausilio alle attività di mantenimento dell’ordine pubblico e di coordinamento del traffico veicolare e pedonale; la formazione e l’educazione sull’uso di alcool ed altre sostanze che portano a comportamenti impropri soprattutto di notte, e la realizzazione di arredo da uniformare con lampioni intelligenti secondo la logica dello Smart City, panchine, fioriere e strutture plateatiche di supporto alle attività commerciali”.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu