Verso le Regionali 2015 / Caserta / S. Marco Evangelista. Lavoro, diritti, sviluppo: giovedì in città il capogruppo Pd al Parlamento, Roberto Speranza, coordinatore nazionale dell’Area Riformista.

speranza renzi“Il combinato disposto tra il governo Caldoro e il governo Zinzi è riuscito a cancellare la nostra provincia dalle dinamiche regionali e nazionali. Paghiamo l’assenza di una classe dirigente che sappia programmare lo sviluppo”.

L’hashtag #perlaTerradelLavoro farà da tema all’incontro organizzato dall’Area Riformista del Partito Democratico per giovedì 30 aprile alle ore 20,30 al Grand Hotel Vanvitelli a San Marco Evangelista (Caserta). Si discuterà di lavoro, diritti, sviluppo in un contesto provinciale dove questi argomenti sono di grande e drammatica attualità, I lavori saranno introdotti da Dario Abbate, candidato nelle liste del Partito Democratico per le elezioni regionali del 31 maggio prossimo a sostegno del candidato presidente Enzo De Luca. Con Abbate il sindaco di San Marco Evangelista Gabriele Cicala, il candidato alla Presidenza della Provincia di Caserta Vincenzo Cappello e l’europarlamentare Pd Massimo Paolucci. Le conclusioni saranno affidate a Roberto Speranza, coordinatore nazionale dell’Area Riformista. Modererà l’incontro Luigi Munno, sindaco di Macerata Campania. “Dobbiamo ridare un nuovo protagonismo alla provincia di Caserta”. Questo l’auspico di Abbate che poi aggiunge: “Il combinato disposto tra il governo Caldoro e il governo Zinzi è riuscito a cancellare la nostra provincia dalle dinamiche regionali e nazionali. Paghiamo l’assenza di una classe dirigente che sappia programmare lo sviluppo. Sarà con De Luca che riscriveremo una nuova pagina per la nostra terra in sinergia con il governo nazionale e con le istituzioni europee. Partiremo dall’assumere le vicende di crisi produttiva come priorità nazionale, ridando vigore alle nostre aree industriali e immaginando anche incentivazioni ad hoc e fiscalità di vantaggio. Quello che servirà poi sarà un vero piano integrato per agricoltura, turismo e beni culturali”.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu