VITULAZIO. Presunta difformità del piano urbanistico attuativo del Comune e del Piano Regolatore Generale, esposto in Procura: da 200 vani ne sono stati realizzati 561.

vitulazio comune 600“In realtà la variante apportata in consiglio comunale nel giugno 1997 al Peep – spiegano i ricorsisti – non ha mai perfezionato il suo iter in Provincia e non è stato mai vigente».

Il “Collegamento Campano contro le camorre” ed il movimento civico “Uniti per Vitulazio” lanciano l’allarme: presunte difformità al piano urbanistico comuanle, in località “Iardino” in particolare. Già inoltrato un esposto presso la Procura della Repubblica del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, con pm Alessandro Di Vico, che ha di conseguenza aperto un fascicolo. Questi i fatti. A fronte di 200 vani indicati nella previsione del P.R.G. in località “Iardino”, come nel decreto del Presidente della Provincia di Caserta del 21 marzo 2005, il Comune ha modificato il piano passando dai 200 vani iniziali a 561 vani, realizzabili a breve. “In realtà la variante apportata in consiglio comunale nel giugno 1997 al Peep – spiegano i ricorsisti – non ha mai perfezionato il suo iter in Provincia e non è stato mai vigente».

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu