ROCCAROMANA. “Il plesso scolastico della primaria e secondaria di primo grado è oramai un vero e proprio focolaio covid”: la lettera aperta…

“Viene chiesto al Sindaco, come massima autorità sanitaria e politica del territorio, di valutare, nella situazione attuale, di disporre la messa in quarantena dell’intero plesso…

di Alfredo Pappalardo

Lettera aperta al giornale – Roccaromana
“Il plesso scolastico della primaria e secondaria di primo grado è oramai un vero e proprio focolaio covid.
Tre casi accertati, e altri sospetti, rappresentano la conseguenza del modo sbagliato da parte delle autorità scolastiche e sanitarie di affrontare il problema.
Non si può citare, ad ogni rimostranza, il protocollo che, in molti casi viene frainteso, se non addirittura applicato male. Di fatto le autorità non hanno disposto alcun provvedimento di argine ai tanti casi che si stanno verificando nella scuola di Roccaromana, tant’è che i genitori, sfiduciati, hanno adottato in proprio la prudenziale condotta di non mandare i propri figlioli a scuola.
Il primo caso risale a oltre due settimane fa e altri due casi sono di questi giorni. Tamponi tardivi e assenza di adeguati interventi ha reso oltremodo difficile il controllo del focolaio che avrebbe dovuto avere, senz’altro, una diversa attenzione complessiva.
Pertanto viene chiesto al Sindaco, come massima autorità sanitaria e politica del territorio, di valutare, nella situazione attuale, di disporre la messa in quarantena dell’intero plesso, fino ai dovuti accertamenti sanitari.
Anche perché situazioni sanitarie che mettono a repentaglio la salute dei cittadini, qualora si verificassero a seguito di accertati mancati provvedimenti, secondo ruoli e competenze, non passerebbero inosservate alla magistratura sempre più attenta alla applicazione delle misure precauzionali previste da consolidati protocolli.
Nella attuale pandemia, i protocolli sanitari o si applicano alla lettera o se mal applicati, purtroppo, possono generare situazioni non più controllabili con conseguenze e responsabilità che, in casi particolari, possono essere oltremodo gravi.
La esigenza di una disposizione precauzionale, visto l’evolversi della situazione emersa in questi giorni a Roccaromana, appare quindi urgente e necessaria per la serenità degli alunni, del personale della scuola e dell’intera comunità”.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

menu
menu