SANNIO / Questura. Colpisce con una testata l’arbitro: divieto di accesso alle manifestazioni sportive per tre anni.

La misura del DASPO è disciplinata dalla legge n. 401 del 13 dicembre 1989 e da successivi provvedimenti integrativi.

Nel corso di un incontro di calcio valevole per il campionato regionale di III^ categoria, disputato il 12 dicembre 2021 in un comune della provincia di Benevento, un calciatore della compagine locale, già ammonito, in procinto di essere espulso per l’ennesimo fallo in danno di un avversario, ha colpito il direttore di gara con una testata al volto, procurandogli lesioni refertate presso il pronto soccorso dell’ospedale S. Pio del capoluogo. Partita sospesa e intervento delle forze dell’ordine per consentire al malcapitato arbitro di allontanarsi dall’impianto sportivo.

Sulla scorta degli accertamenti effettuati dalla “Squadra Tifoserie” della D.I.G.O.S. e dalla Divisione Anticrimine, il Questore di Benevento ha emesso la misura di prevenzione del DASPO a carico di A. M., di anni 30.

In virtù di tale provvedimento e per 3 anni, il predetto non potrà accedere agli stadi e alle aree limitrofe delle strutture sportive ove si tengono incontri di calcio.

La misura del DASPO è disciplinata dalla legge n. 401 del 13 dicembre 1989 e da successivi provvedimenti integrativi; le violazioni al provvedimento adottato dal Questore della provincia ove si è verificato prevedono l’arresto in flagranza, la pena della reclusione da 1 a 3 anni e la multa da 10.000 a 40.000 euro.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

menu
menu