DRAGONI. Isola ecologica, la Sindaca D’Aloia chiarisce: “demandato all’ufficio tecnico di predisporre un progetto per il completamento del centro raccolta comunale”.

Unione dei Comuni di cui Dragoni capofila con Alvignano, Baia e Latina, Roccaromana, Castello del Matese: la realizzazione di una piattaforma ecologica porterà una riduzione del carico fiscale legato alla TARI“.

Riceviamo, ed integralmente pubblichiamo, la nota di chiarimento della prima cittadina di Dragoni, Antonella D’Aloia in merito all’isola ecologica.

“Facciamo seguito all’articolo pubblicato su Matese News, relativo all’isola ecologica e vogliamo fare chiarezza. Il progetto rientra in un’opera finanziata dal POR CAMPANIA  2000/2006- Misura 1.7 Azione D, con Decreto Dirigenziale 503 del 13/06/2007 la nota della sindaca.

Il procedimento nasce con la delibera di Consiglio Comunale n. 39 del 2006, a cui ha fatto seguito la delibera di Giunta Comunale n. 78 del 05/12/2006, con la quale veniva approvata la documentazione tecnica e amministrativa per la partecipazione al bando approvato con Decreto Dirigenziale 843 del 25/10/2006 pubblicato sul BURC Campania n. 50 del 06/11/2006. A seguito del finanziamento veniva sottoscritto “l’accordo d’intesa UNIONE DEI COMUNI“ di cui Dragoni era capofila con i comuni con i comuni associati (Alvignano, Baia e Latina, Roccaromana, Castello del Matese).

Il finanziamento permetteva l’allestimento di un punto di raccolta che, per essere funzionale, richiedeva interventi specifici di completamento. Con delibera di Giunta Comunale n. 105 del 25/11/2022 l’attuale amministrazione, coerentemente con gli impegni assunti nei confronti dei cittadini, utilizzando i fondi del DPCM del 17/07/2020 “FONDI DI SVILUPPO SOCIALE”, ha demandato all’ufficio tecnico di predisporre un progetto finalizzato alla sistemazione e al completamento del centro di raccolta comunale sito nella zona industriale del Comune di Dragoni.

È evidente che l’azione politica posta in essere dall’attuale amministrazione, vuole essere risolutiva per una razionale raccolta dei rifiuti solidi urbani e intende rimuovere le problematiche che, quotidianamente, tutti i cittadini vivono in relazione alla raccolta degli ingombranti.

E se, a tutto ciò, aggiungiamo che la realizzazione di una piattaforma ecologica porterà una riduzione del carico fiscale legato alla tassa sui rifiuti (TARI), perseguendo quell’interesse collettivo che probabilmente infastidisce alcuni politicanti e che non è nelle corde di qualche amministratore che per anni ha fruito, con la conosciuta arroganza, di privilegi feudali che l’attuale amministrazione si è proposta di eliminare; all’evidenza dei fatti abbiamo agito da seri amministratori.

…Si è vero, sono cambiati i personaggi ed è cambiato anche lo spettacolo che molti cittadini, oggi, possono toccare con mano!!!

Vi ringraziamo per l’assist“.

LEGGI LA NOTA DI UN LETTORE RESIDENTE IN DRAGONI

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

menu
menu