ALIFE. Appello del Comitato Cittadino per la Tutela della salute e dell’Ambiente alle istituzioni affinché venga scongiurata la realizzazione del digestore anaerobico nell’area ASI del territorio alifano.

alife biodigedtore comunicato comitato civico 600Già domani, mercoledì 01 aprile, è previsto un incontro tra il Comitato ed il Governatore della Campania Stefano Caldoro, fissato per il tramite del senatore Carlo Sarro.

In una lettera aperta indirizzata a diversi organi politici ed istituzionali, il Comitato civico sta chiedendo l’attivazione di tutta una serie di iniziative istituzionali utili e necessarie a bloccare il progetto teso a costruire un impianto di trattamento rifiuti e proposto dalla General Construction. Un sito dove trattare circa 75 mila tonnellate l’anno di rifiuti, che dovrebbe sorgere nella zona periferica del capoluogo alifano, all’interno dell’area ASI Matese e contro cui si sono schierate un po’ tutte le forze politiche e le istituzioni del territorio. Il rappresentante del Comitato, Mariano Ginocchio, a nome di tutti, chiede di intervenire per “sostenere le ragioni che vedono le nostre comunità impegnate in una forte azione di opposizione a tale devastante iniziativa imprenditoriale. L’impianto, infatti, oltre ad avere tutta una serie di impatti ambientali, sociali ed economici negativi sull’intera area dell’Alto Casertano appare in netta contrapposizione con quella che è la pianificazione e la vocazione del nostro territorio, improntata alla valorizzazione naturalistica, agricola e turistica”. Già domani, mercoledì 01 aprile, è previsto un incontro tra il Comitato ed il Governatore della Campania Stefano Caldoro, fissato per il tramite del senatore Carlo Sarro, per ribadire le posizioni della comunità locale e nei prossimi giorni saranno rese note tutte le ulteriori iniziative che il Comitato ha messo in campo con i diversi interlocutori politici ed istituzionali.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu