ALIFE. Bentornato Dott. Giuseppe Avecone, già Sindaco di Alife.

alife-peppino-avecone-agnese-ginocchio-pace-03“Per chi come me lo conosce da anni – la nota di Agnese Ginocchio, Presidente del Movimento per la Pace Provincia di Caserta – può attestare l’onestà intellettuale e morale del medico professionista ed ex primo cittadino della Città di Alife, dotato di grande generosità ed altruismo verso il prossimo”.

Bentornato “Peppino!”. Desidero esprimere solidarietà, vicinanza e immensa gioia per la liberazione all’ex Sindaco di Alife Giuseppe Avecone coinvolto nell’inchiesta giudiziaria denominata “The Queen”. Sin dal primo momento dall’apprensione della sconcertante notizia, personalmente non ho mai creduto alle accuse mosse contro la rispettabile persona del Dott Avecone Giuseppe, detto “Peppino”. Per chi come me lo conosce da anni, può attestare l’onestà intellettuale e morale del medico professionista ed ex primo cittadino della Città di Alife, dotato di grande generosità ed altruismo verso il prossimo, il quale ha messo sempre anima e passione in tutto il suo lavoro, rinunciando persino al’indennità di Sindaco. Eravamo certi e fiduciosi che la verità potesse emergere e scagionare completamente il Dott. Avecone, e così è avvenuto. In giornata odierna abbiamo ricevuto la bellissima notizia. Mi preme ricordare che è stato proprio durante la sua amministrazione e soprattutto grazie al suo impegno e al suo credere in certi valori, che la Città di Alife ha potuto avere la fortuna di inaugurare e piantare in questa comunità “l’ Albero della Pace”, durante la prima edizione dello storico passaggio della “Fiaccola della Pace”. L’ Albero della Pace è il “monumento vivo” dedicato ai 100 anni della grande guerra, in ricordo di tutti i caduti ed alle vittime delle guerre, ingiustizie, del terrorismo, della criminalità, delle stragi e delle mafie. Abbiamo appena celebrato la 22a giornata della memoria e dell’impegno in ricordo di tutte le vittime innocenti delle mafie. Davanti all’Albero della Pace abbiamo ricordato le vittime di tutte le mafie, delle stragi e delle ingiustizie. E ci auguriamo vivamente che quando a breve ci ritroveremo davanti a questo simbolo di vita, che ci ricorda qual è l’impegno che dobbiamo adempiere quotidianamente, nel nome di quanti hanno dato la vita per la verità, la giustizia e la Pace, con noi possa essere presente anche il Dott. Avecone, così come avvenne il giorno della solenne cerimonia di piantumazione e messa a dimora del “Simbolo di Pace”. Mi preme infine ricordare ancora un altro particolare: Un anno fa, inaugurammo il bonsai d’ulivo dedicato alla memoria di don Geppino Ferrazzano in occasione del 10° anniversario della scomparsa, il bonsai fu posto proprio accanto all’ Albero della Pace. Il giorno dell’inaugurazione fu presente proprio il Sindaco Peppino insieme al fratello del compianto sacerdote “Augusto”, alcuni stretti amici ed i Sindaci di Pratella ed Ailano. Quella cerimonia fu per lui l’ultima comparsa pubblica da Sindaco, ormai giunto al termine del suo mandato. Dopo un anno, Peppino viene liberato proprio nel giorno in cui mi diede il consenso di inaugurare e sistemare il bonsai in quell’area. Ricordo molto bene le sue parole: “Per don Geppino questo e altro…” . Credo che sia stato un indubbio segno di affetto e di ringraziamento da parte del compianto sacerdote, padre di tutti, che da lassù non ha mai smesso di vegliare su tutti i suoi figli, e Peppino, insieme alla sua famiglia, era uno di questi. “Le nostre speranze non sono state vane, come il nostro impegno che portiamo avanti in questa “terra di gomorra”, per una causa non facile, ma siamo certi che dopo il buio torna la luce e che dunque dopo la tempesta sorgerà l’Arcobaleno della Speranza. Quella Speranza infine, che deve restituire fiducia e stima al tuo operato ed è per questo che dal profondo del nostro cuore desideriamo esprimere un “Grazie” particolare, per quanto hai fatto per la Pace e per questa Comunità”. Un pensiero di vicinanza e di stima infine, estendendolo alle rispettive famiglie, desidero esprimerlo per tutte le altre persone coinvolte in questa inchiesta giudiziaria, che finalmente sono state scagionate dall’accusa, fra queste l’ex Assessore Gabriele Venditti di Alife. Speriamo che anche per il Sindaco di Riardo D’Ovidio, stimata e rispettabile persona, che ha aperto le porte della propria comunità alla Pace, possa avvenire lo stesso.

Agnese Ginocchio ( e famiglia), Presidente del Movimento per la Pace Provincia di Caserta.alife-peppino-avecone-agnese-ginocchio-pace-02alife-peppino-avecone-agnese-ginocchio-pace-01

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu