ALIFE. Dall’Albero della Pace messaggio di Benedetta per il 28° anniversario della Strage di Capaci.

“… attraverso la voce dei giovanissimi che rappresentano il futuro, sui quali abbiamo il dovere di investire per seminare i valori dell’impegno e della coscienza critica”. 

23 Maggio 2020, 28°Anniversario della Strage di Capaci. Anche se quest’anno non è stato possibile organizzare per questa importantissima data la manifestazione della “Fiaccola della Pace” a causa delle misure di contenimento del Coronavirus, abbiamo voluto lanciare dal nostro “Albero della Pace”sito in Alife (Ce), simbolo per eccellenza della memoria storica, dove sono passati tanti volti impegnati della nostra terra, un messaggio particolare per ricordare quanto avvenne il 23 Maggio di 28 anni fa, e lo abbiamo voluto fare attraverso la voce dei giovanissimi che rappresentano il futuro, sui quali abbiamo il dovere di investire per seminare i valori dell’impegno e della coscienza critica. Protagonista del messaggio “Benedetta Porceddu” che si appresta a sostenere la prova di esame per il passaggio dalla secondaria di 1° grado a quella di 2°grado; attualmente é alunna della 3C della scuola secondaria di 1° grado dell’Istituto Comprensivo di Alife(Ce), nonché rappresentante dei giovanissimi della “Fiaccola della Pace”. “Vi invitiamo infine a fare visita presso l’Albero della Pace, dove accanto potrete ammirare l’Albero di magnolia dedicato ai giudici Falcone e Borsellino, Morvillo e agli agenti delle due scorte, che fu inaugurato proprio in questa giornata lo scorso anno, durante l’ultima tappa della “Fiaccola della Pace”. Vi invitiamo a visitarlo per rendere omaggio ai “Martiri della Pace e della Giustizia”. “Essi sono Luce nelle tenebre”, come ha ricordato il Presidente della Repubblica Sergio Matterella. Qui inoltre potrete ammirare la bellissima aiuola fiorita a loro dedicata insieme a tutta l’area del “Giardino della Pace”, dedicata ai percorsi della memoria storica dei 100 anni della grande guerra, dove ci sono alberi dedicati ad eroi della nostra terra , dove c’è la Panchina della Pace contro tutte le violenze di genere e contro ogni violena sulle donne, e dove infine tutto ciò che è presente parla di impegno e sprona ciascuno alla riflessione”. Ha riferito la Presidente del Movimento per la Pace della Provincia, Agnese Ginocchio, ente promotore della grande mobilitazone che ha toccato tantissimi comuni dell’hinterland di Terra di Lavoro e non solo. Facciamo memoria e rendiamo onore a questi grandi eroi dell’umanita!

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu