ALVIGNANO. La proroga del divieto di uscire di casa fino al 14 aprile?, “Andava fatta, ma ora una terapia shock”, per l’ex sindaco Angelo Di Costanzo.

“Si dovevano prevedere aiuti concreti per gli autonomi e la sospensione di tutti i tributi ed utenze, non tutti riusciranno a resistere altri 20 giorni senza lavorare: Agenzia entrate, bollette luce, gas, telefono non si sono fermate”.

“Andava fatta dal Presidente De Luca, data la situazione attuale, l’ordinanza per prorogare il divieto di uscire di casa fino al 14 aprile ma, contestualmente, si doveva pretendere dal Governo un decreto – continua il già Presidente dell’amministrazione provinciale di Caserta – che prevedesse aiuti concreti ai lavoratori autonomi: cosa ci fanno con soli 600 euro mensili? Inoltre la sospensione dei pagamenti di tutti i tributi e delle utenze. Insomma, è un Piano che considero insufficiente: non tutti riusciranno economicamente a resistere per altri 20 giorni senza lavorare, l’agenzia delle entrate, le bollette di luce, gas, telefono non si sono fermate – annuisce Di Costanzo. “Una terapia shock, insomma, con una seria riforma della tassazione se no l’economia in generale non riparte: noi stiamo per uscire da una guerra e la gente dev’essere invogliata a produrre”. Dal punto di vista sanitario“in Regione Campania abbiamo un deficit di strutture sanitarie, andremo peggio della Lombardia se da noi aumenta il picco di contagi”. E dal punto di vista locale, i Comuni che possono fare? “Per i tributi comunali, ad esempio, occorrerebbe spostare per tutti le scadenze, magari a fine anno, evitando aggravi di spese, quali sanzioni ed interessi. Inoltre il Comune dovrebbe cercare di dare una mano soprattutto a coloro che hanno più necessità, chi ha problemi oggettivi insomma. Gli esercizi commerciali – artigianali sono chiusi, non stanno incassando, ma devono continuare a pagare i fitti – conclude l’ex assessore regionale.

ECCO LA DISPOSIZIONE DEL GOVERNATORE DE LUCA

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu