BELLONA. Attestato di merito di Legambiente al Comune casertano per avere superato il 65% di raccolta differenziata: soddisfazione per il Sindaco Abbate e l’amministrazione comunale tutta.

bellona comuneTutto questo discende non solo dall’azione amministrativa che pure è sostanziale, ma principalmente dalla sensibilità dei bellonesi, dalla loro intelligenza, dal loro impegno e dalla loro voglia di migliorare”.

Il Comune di Bellona annuncia di aver ricevuto da Legambiente l’Attestato di Merito per avere superato il 65% di raccolta differenziata. “Legambiente Campania ha conferito al comune di Bellona l’Attestato di Merito per avere superato il 65% di raccolta differenziata – recita la nota dell’Ente (percentuale raggiunta addirittura superiore: il 67,54%). Una soddisfazione enorme per il sindaco Filippo Abbate, l’assessore all’Ambiente Massimo Salerno e l’amministrazione tutta che si vede riconosciuti gli sforzi finora fatti sia di amministrazione che di sensibilizzazione. Nella nota, l’amministrazione sottolinea “la sensibilità dei cittadini bellonesi sulla la questione ambiente”. Una soddisfazione che porta il primo cittadino di abbandonare le chiacchiere facili ma di parlare solo di fatti concreti, certi, senza lasciarsi “abbindolare da coloro che declamano per mestiere queste cose ma che non le realizzano nei fatti”. “Tutto questo discende non solo dall’azione amministrativa che pure è sostanziale, ma principalmente dalla sensibilità dei bellonesi, dalla loro intelligenza, dal loro impegno e dalla loro voglia di migliorare” – precisano dalla casa municipale. “Ringraziamento reiterato ai cittadini per l’importante azione collaborativa e l’impegno quotidiano che profondono per il bene di tutti – conclude la nota. L’importante riconoscimento non significa solo che la città è più pulita. Amministrazione che ha puntato sulla nettezza e la salubrità dei luoghi, e lo dimostrano gli interventi posti in essere ogni qualvolta c’è da prevedere qualcosa di migliorativo ed in ogni circostanza dove c’è da porre rimedio in concomitanza di eventi che causano o possano causare danno all’intero territorio cittadino. Risultato più che lusinghiero raggiungere obiettivi di questo genere che – puntualizza Abbate – non dobbiamo considerare alla stregua di traguardo perché il nostro orizzonte risiede nel più preciso disegno di benessere collettivo largo e prospettico dove le preoccupazioni e le apprensioni devono cedere il posto alla positività e alla speranza di una vita migliore per le generazioni che verranno”.

Stampa

comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

menu
menu