Bojano. Una stamperia clandestina scovata in città dalla polizia stradale: producevano documenti falsi per l’espatrio.

bojano-stamperia-clandestina-falsiDue le persone arrestate a Lecco dalla Polizia stradale, ma entrambe originarie del Matese, di Bojano in particolare, di cui il titolare di un’autoscuola ed un’altra persona, probabilmente il falsario. Gli agenti hanno sorpreso i due uomini mentre preparavano un candidato all’esame per la patente di guida: esame superato grazie ad alcune riceventi e a un auricolare con il quale avrebbero suggerito le risposte a distanza. Ad agire la Polstrada di Isernia e di Campobasso, con perquisizioni che hanno portato alla luce della stamperia clandestina. Tra i documenti rinvenuti dai poliziotti, riferiti agli Stati UE, titoli validi per l’espatrio, utilizzabili per l’immigrazione e l’emigrazione clandestina, oltre a numerosissime carte d’identità, patenti di guida, carte di circolazione, certificati assicurativi. I poliziotti hanno trovato anche danaro contante e macchinari e strumenti informatici, tra i quali hardware e software idoneo alla falsificazione di documenti. Secondo le indagini si tratta di un avanzato “laboratorio tecnologico” che richiederà tempo agli investigatori per essere analizzato in tutto. Diversi i reati a carico dei due arrestati: ricettazione, falso documentale, furto, riciclaggio di denaro e truffa ai danni dello Stato.

Stampa

comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

menu
menu