CAIAZZO. Tributi comunali, la maggioranza di “Caiazzo Bene Comune” replica alla nota della minoranza “Uniti per Caiazzo”.

caiazzo giaquinto zinziGiaquinto si preoccupa solo di chi non paga le tasse? Vuole sconti e benefici per chi non ha pagato a danno di tutti i caiatini onesti. Tutti vorrebbero evitare di pagare. Ma è giusto mettere sullo stesso piano chi ha pagato dieci anni fa e chi paga oggi?

di Enzo Perretta

In risposta al manifesto affisso dalla minoranza di Uniti per Caiazzo la scorsa settimana e relativo alle misure sui tributi locali contenute nel Bilancio di Previsione 2017, approvato di recente dal Consiglio Comunale, si riporta, qui di seguito, il testo della replica della maggioranza di Caiazzo Bene Comune

RAFFRONTO TRA LE TARIFFE TARI NEL 2014 E NEL 2017:
DI EVIDENZA LE TARIFFE GIAQUINTO SONO PIÙ ALTE!

2014 Famiglia 2 persone Mq  100 334,05
2017 Famiglia 2 persone Mq  100 318,87
2014 Unico occupante Mq 100 316,45
2017 Unico occupante Mq 100 303,69

La giunta e gli assessori preposti sono già in attività per incorporare nella seconda spedizione delle rate della TARI le economie di gestione che si stanno realizzando nel 2017. L’esecutivo non ha aumentato di un solo euro Irpef, Imu e tutte le imposte di competenza locale.

Forum Giovani
Dal 2012 non era stata previsto nessuno stanziamento. È solo nel 2016 che vengono messi a disposizione 2000 euro. Ma chi ha affossato, per gelosie, il Forum dei Giovani?

Protezione civile
Il capitolo 1325 è dotato per, per cassa, di 11mila euro, 5000 stanziati nel 2017 , altri seimila da precedenti impegni. Sono stati inoltre realizzati due progetti: l’acquisizione di un fuoristrada e il rifinanziamento regionale del Piano di diffusione protezione civile

Scuole Materne, Elementari e Medie
Il capitolo è di 21.500 nel 2017. Giaquinto forse non è a conoscenza della circostanza che è stata rifatto l’edificio che ospita la Scuola Medie e dovrebbe sapere che quando un edificio viene ristrutturato le spese di manutenzione si riducono!

Strade comunali e vicinali
Lo stanziamento previsto è di 8000 euro. Le strade vicinali da 6500 passano a 16mila euro, per un totale di 24 mila euro. Nella gestione Giaquinto, il totale delle spese per le strade vicinali è stato massimo di 10mila euro.

Strade provinciali
L’ “assessore provinciale” ci dice cosa sta facendo per le strade sotto il suo controllo personale come “assessore”?
Non ha visto che dopo aver speso tanti soldi, a distanza di pochi mesi, il tappetino di via Roma e già ricco di buche e frantumato? La strada che dal senso rotatorio va verso Caserta è in condizioni pietose? L’“assessore provinciale” non si vergogna? E la strada provinciale che va a Villa S. Croce, l’ “assessore”, non la percorre mai?
E dei marciapiedi rifatti dalla provincia con i sanpietrini che schizzano da tutti i lati, con le caditoie otturate.

Cartelle esattoriali
Centinaia di famiglie caiatine, con sacrificio, pagano regolarmente le varie tasse. Per chi occasionalmente non può pagare una rata, questa amministrazione ha proposto ed approvato un piano di rateizzazione che permette a tutti di rientrare senza essere messi in difficoltà.
Giaquinto si preoccupa solo di chi non paga le tasse? Vuole sconti e benefici per chi non ha pagato a danno di tutti i caiatini onesti. Tutti vorrebbero evitare di pagare. Ma è giusto mettere sullo stesso piano chi ha pagato dieci anni fa e chi paga oggi?

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu