CAIAZZO. “Puliamo il mondo”: scuole Medi e Superiori a caccia di rifiuti: iniziativa di Legambiente sostenuta dall’Amministrazione Giaquinto.

“occasione di confronto e di incontro più ravvicinato con gli alunni delle scuole e con gli insegnanti nell’ambito della stessa Campagna a fine anno premieremo la scuola che differenzia meglio e chiuderemo l’iniziativa con una visita alla Cartiera di Salerno”.

Cappello, guanti, pettorina e sacchi per tutti. Un sabato mattina colorato di giallo e verde, i colori di Legambiente, l’associazione ambientalista italiana che ogni anno coinvolge gli alunni delle scuole con “Puliamo il Mondo”, una campagna di volontariato conosciuta a livello internazionale con il nome di “Clean Up the World”. Hanno risposto all’appello puntuali anche le scuole media e superiori di Caiazzo, bambini e studenti che oggi (sabato 29 settembre, ndr.) si sono ritrovati in piazza Portavetere e sono stati accolti dagli amministratori della città: il sindaco Stefano Giaquinto, il delegato all’Ambiente Antonio Accurso, alla Edilizia Scolastica Giovanni Di Sorbo, alle Politiche Sociali Monica Petrazzuoli, alla cultura nonché presidente del consiglio comunale Ida Sorbo e Antonio Ponsillo, delegato all’Istruzione. “Sappiate difendere la vostra città, aiutateci a differenziare bene e a conseguire buoni risultati nella raccolta differenziata – ha detto ai ragazzi il primo cittadino – Rispettiamo l’ambiente e ciò che ci circonda. Sia questo l’inizio di un percorso che faremo insieme e che continueremo nel tempo”. Una campagna di pulizia, Puliamo il Mondo, che comunica la necessità e la voglia di riapproporiarsi del proprio territorio prendendosene cura, che segna il bisogno della gente di mettersi in relazione per tutelare gli spazi pubblici, prendendo coscienza che, oltre a ripulire, si dovrebbe imparare a non sporcare. Gli alunni delle scuole di Caiazzo hanno attraversato il centro storico, toccato più punti della città, riconoscendo e ammettendo un ambiente già pulito e ben curato. Non sono mancate domande e curiosità che i piccoli caiatini hanno rivolto agli addetti alla raccolta, a rappresentanti della Protezione Civile e al responsabile Settore Ambiente Gaetano Chichierchia. Una lezione a cielo aperto di educazione civica e ambientale, “occasione di confronto e di incontro più ravvicinato con gli alunni delle scuole e con gli insegnanti – conclude Giaquinto – nell’ambito della stessa Campagna a fine anno premieremo la scuola che differenzia meglio e chiuderemo l’iniziativa con una visita alla Cartiera di Salerno”.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu