CALVI RISORTA. “Singolare che una certa opposizione gridi allo scandalo per le indennità degli amministratori”: la nota dell’amministrazione Lombardi.

“Ci dispiace ma noi che, pur facendo gli amministratori, andiamo a lavorare onestamente e con dignità, lezioni di legalità da questa gente proprio non ne possiamo accettare”.

“È davvero singolare che nel nostro paese una certa opposizione gridi allo scandalo per le indennità degli amministratori. Questa Amministrazione da circa due anni e mezzo sta lavorando ONESTAMENTE, trascurando vite private e carriere professionali, ed il lavoro più faticoso riguarda proprio il risanamento dei guai che ci ha lasciato chi oggi ci accusa – la nota dell’amministrazione comunale a guida Lombardi. Le indennità non sono un furto, le indennità sono un rimborso spesa (di fatto poche centinaia di euro) che chi amministra seriamente ha il diritto di percepire soprattutto per far fronte alle spese che quotidianamente gli amministratori affrontano nell’espletamento del proprio mandato. Del resto, questa Amministrazione non ha MAI utilizzato lo spot populista, tipico di alcune campagne elettorali, di rinunciare alle indennità poiché ha sempre ritenuto il rimborso delle spese un giusto diritto di un amministratore. Inoltre è singolare che chi ci accusa di percepire delle indennità, legittimamente garantite dallo Stato, trascorra le proprie giornate fuori ad un bar a rubare soldi pubblici invece di andare a lavorare. Ci dispiace ma noi che, pur facendo gli amministratori, andiamo a lavorare onestamente e con dignità, lezioni di legalità da questa gente proprio non ne possiamo accettare”.

Stampa
comment Nessun commento

Sii il primo a lasciare un commento alla notizia

mode_editLascia un commento

menu
menu